Continua la crescita del Giarre femminile

La squadra sarà al via in Under-16 e Under-18… Di Bella: «Obiettivi raggiunti: sbocco per le ragazze e ambiente sereno»…

Il nucleo della squadra del CP Giarre femminile, che quest’anno farà U-18 e U-16 (foto R. Quartarone)

Il Centro Pallacanestro Giarre femminile continua la sua crescita, anche se l’appuntamento con i campionati senior è rimandato. Malgrado un’assenza lunghissima e una squadra che può essere pronta per giocare con le più grandi, la società presieduta da Andrea Aveni non sarà al via in Serie C, ma continuerà l’apprendistato nelle categorie giovanili e quest’anno presenta al via le sue Under-18 e 16 con ragazze nate tra il 2002 e il 2005, in tandem con il Basket Giarre. C’è anche la possibilità di vedere al via una formazione Under-14, ma verrà valutato anche se far giocare le stesse ragazze nei campionati insieme ai ragazzi.

«Uno degli obiettivi del progetto femminile iniziato tre anni fa – spiega coach Di Bella – era quello di dare uno sbocco alle nostre ragazze e in un secondo momento far diventare il Centro Pallacanestro Giarre un polo per altre ragazze della zona ionica e non solo, collaborando con più società. Altro obiettivo era quello di creare un ambiente sereno, divertente e non estremizzato, con ragazze orgogliose di giocare per la nostra società rispolverando quell’attaccamento alla maglia che negli ultimi anni si è perso anche a livello giovanile. Credo che abbiamo raggiunto i nostri obiettivi».

Considerando la crescita e le vittorie al Join the Game, il progetto migliora in un panorama femminile sempre molto ristretto. «Quest’anno – prosegue Di Bella – continueremo a lavorare sul miglioramento individuale delle ragazze, sui fondamentali, confrontandoci con campionati assolutamente competitivi e mettendo in secondo piano la vittoria a tutti i costi, come abbiamo fatto fino adesso. Credo sia la mentalità giusta per creare ragazze di qualità». Al fianco di coach Di Bella, anche quest’anno ci saranno il presidente e dirigente accompagnatore Andrea Aveni e il dirigente Fabio Nicolosi.

Roberto Quartarone

Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.