Carbone: «Alfa costruita per ben figurare»

L’intervista pre-Ferragosto del gm della squadra esordiente in Serie B… Le valutazioni sul roster, le amichevoli, la preparazione…

Florio, Bianca e Carbone (foto U. Pioletti)

L’esordio dell’Alfa in Serie B e il ritorno di Catania in terza serie dopo oltre quarant’anni si prospetta arduo ma appassionante: sarà una sfida importante salvarsi nel Girone D, con altre 15 squadre agguerrite. Per mantenere la categoria, gli etnei si affidano alla continuità del coach e dei giocatori più importanti della vittoria della C, più a un gruppo di giocatori motivati per dimostrare di poter tenere il campo.

«La squadra è stata costruita per ben figurare – afferma il general manager Carmelo Carbone –, con l’obiettivo principale della salvezza. Penso che la squadra tenere bene la B, ma le parole valgono poco, il campo è il giudice unico».

Coach Bianca conterà dunque sui confermati Gottini, Agosta, Abramo, Consoli, Florio e sui nuovi Gatti, Vita Sadi, Provenzani, Savoca e Longo. «È una squadra con esperienza – prosegue Carbone –. Abbiamo giocatori che hanno fatto la B, come Agosta (che tutti ci invidiano), Gottini e Consoli: hanno tanta esperienza sulle spalle. In più esordirà Abramo, che ha fatto un ottimo campionato. Florio non ha reso a causa di un infortunio fastidioso, ma ha già visto la B. Tra i nuovi, Gatti è un giocatore navigato, ha fatto tanta Serie B, ma c’è anche un mix di giovani: Vita Sadi si è distinto, è un saltatore, un giocatore importante; Provenzani è il fiore all’occhiello, un giocatore che volevano tante squadre; Savoca ha fatto bene ad Agrigento, poi ci sono Longo, Patanè e Formica e qualche altro che convocheremo nel precampionato».

Si può costruire per il futuro? «Abbiamo credito anche da parte di procuratori importanti, i giocatori vengono volentieri, ora noi dobbiamo impegnarci a rendere la società importante – riprende il gm –. Si può lavorare con i ragazzi, vedremo sul campo ciò che abbiamo costruito sulla carta. Sono molto fiducioso, anche Bianca è contento dei giocatori. Abbiamo dovuto cambiare per esigenze lavorative il vice allenatore, Salvo Taormina, ora c’è Carlo Costa. Abbiamo anche un preparatore importante, che ha vinto anche lo scudetto giovanile, che sostituisce l’altrettanto importante Paolo D’Antone».

Con l’arrivo di Costa, la colonia aretusea cresce. «Siracusa cestisticamente è molto vicina a noi – afferma Carbone –. Lì manca una squadra che esprime il valore dei suoi elementi, ma il movimento è stato sempre sveglio».

Le amichevoli già definite sono contro Orlandina (8 settembre al PalaFantozzi), Costa d’Orlando (19 e 22 settembre) e Palermo (29 settembre). «Iniziamo il 22 agosto la preparazione, ma già il 20 iniziano le visite mediche – chiude Carbone –. Potremmo anche giocare contro la Viola. Ancora non sappiamo dove inizieremo la preparazione, probabilmente dove avremo il campo. Non dipende da noi ma da tanti fattori: al momento giocheremo al PalaCatania, è un ottimo campo, ma è dispersivo. Al Leonardo rimane comunque il settore giovanile: lì abbiamo costruito i nostri successi».

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 13/08/2018

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.