Rainbow al lavoro, ecco le chiavi per far bene

La Manna: «Sono contenta delle nuove giocatrici, dobbiamo arrivare alla fine al meglio, tutte disponibili»… De Lucia: «Più intenso è l’allenamento più sono felice»…

La Rainbow ha chiuso la seconda settimana di sudore a San Pietro Clarenza, con tanto di festa della mostarda per farsi conoscere in paese e passare un paio di settimane allegre. Avuta la conferma del girone di Serie B a 10 squadre e con ancora poche informazioni sulle avversarie, si prosegue l’avvicinamento a un torneo in cui si vorrà riscattare l’uscita in semifinale ai play-off. Le catanesi, rinforzate da Aleo, Licciardello, Iuliano, Diop e De Lucia, ancora aspettano di conoscere l’elenco delle amichevoli precampionato, ma presto si tornerà in campo.

Giuliana La Manna (foto G. Leanza)

«Quest’anno stiamo lavorando veramente sodo – afferma la lunga Giuliana La Manna, nona stagione alla Rainbow –, siamo molto soddisfatte del lavoro fatto finora. Deborah Bruni è davvero preparata. Ci stiamo preparando al massimo perché vogliamo ottenere il massimo risultato, il mio sogno è rimanere nella mia città per riuscire a ottenere la promozione! Ci vorremmo riuscire, lavoriamo per questo».

Quest’anno la squadra si è allungata, sia in centimetri che in lunghezza della panchina. «L’anno scorso è stato uno degli anni più sfigati in assoluto – prosegue La Manna –, perché abbiamo avuto tanti infortuni. Sono venuti a mancare i punti di riferimento di Valentina Parisi e di capitan Marzia Ferlito. Questo ci ha destabilizzato perché sono importanti in campo, siamo giovani ed è andata così, ma non vogliamo ripetere gli stessi errori». Con cinque giocatrici in più, sicuramente ci saranno anche più certezze. «Diop non l’ho vista tanto in campo, ma sono contenta che ci sono ragazze nuove, è un interscambio e sono felice».

Il suo cambio quest’anno sarà Martina De Lucia, che tra il 2007 e il 2011 ha totalizzato 18 presenze tra B1 e B2 in maglia Rainbow e ora torna dopo tanti anni in giro. «Dopo l’esperienza amatoriale in Danimarca, l’anno scorso al Cus Catania è stato divertente – spiega Martina –. Adesso, è bello rimettersi in gioco in un campionato di serie elevata. Ho 27 anni, ho l’occasione buona per fare il salto di qualità, magari centrare la promozione».

Martina De Lucia

L’impatto con coach Deborah Bruni è stato forte: «L’allenamento è stato e continuerà ad essere più intenso – prosegue De Lucia –. Questo grado d’intensità ci dà la carica per affrontare bene il campionato. Incontrare giocatrici d’esperienza come Giuliana La Manna e Francesca Chiarella mi fa solo esaltare ancor di più, sono molto soddisfatta e contenta. Deborah ci fa lavorare come i muli. Più intenso è l’allenamento più torno a casa contenta e soddisfatta».

La promozione passa da un torneo lungo e competitivo più dell’ultima stagione. «So che alcune squadre si sono rinforzate ­– riprende Giuliana La Manna –, il campionato sarà più competitivo e ci spinge a far meglio. È motivante. Dobbiamo riuscire ad arrivare alla fase finale cariche, al completo e senza persone in meno. L’anno scorso in fase finale eravamo tutte ko! Rimaniamo sempre indietro nella fase degli spareggi, prima o poi dovremo imparare a superarla!»

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.