Buon primo tempo dell’Alfa contro l’Orlandina

Gli etnei chiudono sopra di quattro all’intervallo lungo nella prima amichevole contro la formazione di Serie A2…

Orlandina Basket-Alfa Catania 89-61 (26-16; 38-42; 73-51)

Orlandina: Chessari 5, Bruttini 4, Passera 5, Parks 20, Mobio 9, Murabito, Neri 3, Mei 10, Triche 20, Donda 6, Lucarelli 7. Coach Marco Sodini

Catania: Savoca 5, Gatti 12, Garufi, Formica, Gottini 13, Provenzani 8, Consoli 1, Florio 2, Agosta 7, Vita 6, Patanè 1, Abramo 6. Coach Andrea Bianca

Prima amichevole stagionale per l’Alfa Basket Catania. Al PalaFantozzi di Capo d’Orlando, la squadra allenata da coach Andrea Bianca si disimpegna bene contro l’Orlandina Basket. I padroni di casa, che militano in Serie A2 vincono con il punteggio finale di 89-61. Il quintetto ospite riesce anche a chiudere in vantaggio il secondo parziale per 42-38. Indicazioni positive per il tecnico Andrea Bianca e per il suo staff. Vicini alla forma migliore Matteo Gottini e Marco Consoli; bene il reparto lunghi con Simone Gatti, Alessandro Agosta e Joseph Vita Sadi, che tengono testa ai lunghi avversari. La squadra catanese, neopromossa in Serie B, tornerà in campo mercoledì 19 settembre al PalaCus della Cittadella Universitaria. Il quintetto rossazzurro, alle ore 18,30, affronterà la Costa d’Orlando di Serie B per il secondo scrimmage.

Addetto stampa
Polisportiva Alfa Catania
Umberto Pioletti

Buona prova per l’Orlandina Basket che al PalaFantozzi sconfigge una solida Alfa Catania per 89-61. Coach Sodini approfitta della gara per sperimentare, scegliendo di dividere i suoi 10 (11 con il giovane Neri) giocatori in due quintetti facendoli giocare due quarti a testa, ricevendo alcune risposte che gli saranno utili durante la stagione sportiva.

Stante l’assenza di Matteo Laganà, fermo in via precauzionale, e quella di Simone Bellan, coach Sodini comincia la gara con Mei, Triche, Lucarelli, Parks e Bruttini. Catania invece scende in campo con Gottini, Gatti, Provenzano, Consoli e Agosta. Parte bene l’Orlandina con Triche e Parks a fare da mattatori per il 14-5 al 5′. Lucarelli si fa vedere con una bomba e un facile appoggio in contropiede, Catania va a segno con Gatti e Agosta e il primo quarto va in archivio sul punteggio di 26-16.

Nel secondo quarto come detto Sodini rivoluziona il quintetto inserendo Passera, Murabito, Chessari, Mobio e Donda. Con un quintetto così sperimentale Catania ne approfitta, andando sul 4-11 nel quarto (30-27 totale) al 15′. Dalla panchina entra anche il giovane Neri, che da un po’ di spinta ai suoi, ma Catania conquista il quarto per 12-26 e si porta in vantaggio per 38-42 all’intervallo.

 

Alla ripresa l’Orlandina torna in campo con il quintetto iniziale e rimette subito le cose in chiaro con un 13-0 di parziale graffiato da 3 schiacciate di Jordan Parks, che replica poco dopo con una tripla per il 16-4 (54-44) al 25′. Mei piazza un 2/2 da tre in poche azioni, Parks si scatena in contropiede e alla fine del terzo periodo i padroni di casa conducono 35-9, per un punteggio totale di 73-51.

Nell’ultimo quarto coach Sodini rimette il quintetto che non aveva brillato durante il secondo periodo e i ragazzi rispondono in maniera positiva: Donda schiaccia due volte e Mobio confeziona 4 punti per il
9-2 (82-53) al 35′. Lo stesso Mobio si fa vedere per una giocata da highlight con stoppata su Agosta da una parte e contropiede con canestro e fallo subito, convertendo anche il tiro libero. Termina dunque la gara con il punteggio di 89-61.

20 punti a testa per il duo Parks-Triche, con Jordan che tira con 9/12 dal campo, mentre Brandon ci aggiunge 8 assist e 5 rimbalzi. 10 punti per Nicola Mei, 9 punti 4 rimbalzi e 4 recuperi per Joseph Mobio. Prossima gara dell’Orlandina Basket fissata per mercoledì 19 ad Agrigento contro la Moncada.



Raffaele Valentino
Capo Ufficio Stampa | Orlandina Basket

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.