World Sepsis Day, obiettivo raggiunto

Il torneo cestistico vinto dal Cus Catania… Giorgianni: «Sensibilizzati sul tema della sepsi, speriamo Morana venga nella prossima edizione»…

Nicolò Mazzoleni premiato come mvp

Conciliare la divulgazione scientifica e lo sport può essere una via per rendere più conosciute alcune patologie e come prevenirle. Il torneo disputato al PalaCus venerdì e sabato, per il World Sepsis Day, è andato proprio in questa direzione. Ha vinto il Cus Catania, davanti a Gravina, Mascalucia e San Luigi Acireale, e tutti sono stati sensibilizzati sul tema della sepsi.

Il testimonial dell’evento è stato Davide Morana, cestista bagherese ex Gela, reso famoso dalla sepsi che lo ha privato di braccia e gambe. «Purtroppo Morana non è riuscito a venire – spiega Gabriele Giorgianni, medico, coach della Mens Sana Mascalucia e organizzatore – ma ci ha fatto avere un video ed è intervenuto telefonicamente, speriamo possa venire l’anno prossimo. Il convegno organizzato dal dott. Parrinello è andato molto bene, in campo poi abbiamo fatto sensibilizzazione».

Venerdì si sono svolte le semifinali, in cui il Cus Catania (C) si è imposto sulla Mens Sana Mascalucia (Promozione) e lo Sport Club Gravina (C) ha eliminato il San Luigi Acireale (D). Sabato, la Mens Sana ha vinto 65-47 sul San Luigi nella finalina, mentre il Cus si è imposto su Gravina per 72-59, con Nicolò Mazzoleni mvp. «È stata una buona occasione per ricominciare a giocare – chiude Giorgianni -. Il torneo “Surviving Sepsis” è stato organizzato last minute, era un evento correlato. Ringrazio le quattro società, arbitri, ufficiali di campo e Cus. Stiamo pensando a una 2ª edizione allargata e con contenuti riguardo al convegno».

 

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 17/09/2018

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.