Acireale atteso da un esordio difficile

Ragusa, Milazzo e Bk. School le prime avversarie… Le parole di Paolo Panebianco dopo la sfida con il Paternò… Kučinskis già in campo…

Tre anni d’assenza dalla Serie C sono serviti a rigenerarsi: il Basket Acireale ora è pronto a essere protagonista nella massima serie regionale con una squadra fatta in casa, a cui sono stati aggiunti tre elementi che aiuteranno a centrare una salvezza alla portata del quintetto granata.

L’allenatore non è più Gigi Gumina, tornato a occuparsi delle giovanili dopo le due finali play-off della scorsa primavera, ma il presidente Paolo Panebianco, già in passato alla guida della sua creatura e ora in panchina in prima persona.

«Le emozioni sono quelle dello scorso campionato – afferma –: il ritorno a casa, il palazzetto pieno, un grande gioco (il migliore dei play-off), con una finale persa con un tiro all’ultimo secondo. I ragazzi meritavano di fare l’esperienza della C perché hanno dimostrato di saper stare in campo. Sarà un torneo superiore per intensità, fisicità, ritmo».

L’avvicinamento prosegue con gli allenamenti tra PalaVolcan e Liceo Scientifico e l’esordio amichevole è coinciso con una buona vittoria su Paternò. «Volevamo fare un’amichevole dopo le prime due settimane, volevamo vedere all’opera il lituano – prosegue il presidente-coach –. Ci dà certezze: gioco, difesa, anche se siamo ancora indietro di condizione. Sono abbastanza soddisfatto. Non abbiamo ancora visto le avversarie, il campionato sarà difficile, soprattutto l’esordio sarà terribile perché giocheremo contro Ragusa, Milazzo, il Basket School… dovremmo farci trovare pronti con le nostre caratteristiche, speriamo di esordire bene».

Il lituano a cui fa riferimento è Augustinas Kučinskis, totem proveniente dalle minors del paese baltico per sostituire Budrys; gli altri due rinforzi sono due ritorni, ovvero il play goriziano Luca Manservisi (già visto nel 2010-’11) e la guardia-ala scuola Cus Guglielmo Persano (visto in granata in C e D tra il 2012 e il 2017).

«Sarà un campionato cambiato rispetto a quand’eravamo in C1 – ricorda Panebianco –, quando giocavamo contro campane e calabresi. Ci siamo ritrovati ad avere una squadra che può giocare in C, con qualche innesto, ed è una bella soddisfazione avere tanti ragazzi di Acireale. Manservisi lo conosciamo, tornerà come giocatore importante e con tante esperienze. Kučinskis colma la casella sotto canestro, con rimbalzi e in attacco, spero che si troverà a suo agio. Persano si giocherà le sue chance di giocare sull’ala, anche lui lo conosciamo bene».

Al loro fianco, ci saranno ancora capitan Antronaco, Patanè, Panebianco, Venticinque, Cerame, Massimino, Gulisano, Ricca e Khomyn, ovvero i protagonisti dell’ultima ottima stagione in D. In ogni caso, l’obiettivo principale sarà riproporre quell’entusiasmo che ha riempito all’inverosimile il PalaVolcan nelle finali contro Adrano e Spadafora: è questo il viatico anche per far ripartire bene l’attività giovanile.

 

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 24/08/2018

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.