Commenti in diretta Facebook, Bua inibito 10 giorni

«Frasi dal contenuto lesivo» contro l’arbitro gelese Giuseppe Caci… Il tribunale ammette l’ironia ma conferma le richieste del procuratore…

«Frasi dal contenuto lesivo» nei confronti dell’arbitro Giuseppe Caci sono alla base dell’inibizione di 10 giorni comminata a Giuseppe Bua, dirigente dell’Adrano Basket, dal Tribunale federale della FIP. L’inibizione scade domani e la storia nasce durante la partita di Serie D tra bianconeri e Caltanissetta. La società ha deciso di effettuare una diretta Facebook, in cui però il dirigente ha tirato in ballo l’arbitro Giuseppe Caci, presente in tribuna.

Durante la diretta, il dirigente ha accusato Caci di «aver commesso un disastro nella direzione di una partita giocata nel girone di andata tra Acireale e Adrano», di «eccessivo protagonismo» e ha anche auspicato che «i ragazzi che lo accompagnano sugli spalti siano un po’ più intelligenti di lui». Nell’udienza con il procuratore federale, il dirigente si è difeso dicendo di «non aver espresso alcuna offesa, l’aver auspicato che i ragazzi accanto al Caci avessero un diverso modo di porsi e non assimilare certi atteggiamenti non può definirsi un’ingiuria o un’offesa».

Il Tribunale ha ammesso ironia e tono non eccessivamente grave, ma ha confermato che le dichiarazioni fossero lesive dell’immagine professionale e del prestigio dell’arbitro gelese. Sono state dunque confermate le richieste del procuratore e dunque comminati i 10 giorni di inibizione, pena ridotta per le attenuanti generiche di 1/3 dai 15 giorni previsti dall’art. 42 R.G.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.