Conferme e voglia riscatto: la C è sempre equilibrata

Il combattutissimo derby Gravina-Giarre… BS Messina e Barcellona in vetta… Alcamo, Adrano, Acireale e Gravina vincono la prima…

La seconda giornata del massimo campionato regionale rompe quell’equilibrio che avevamo riscontrato nella prima giornata, i divari si fanno più netti, fa eccezione il combattutissimo derby Sport Club Gravina – Basket Giarre, e si delineano ancor di più quelle che saranno le squadre che lotteranno per la vetta della classifica e quali dovranno lottare per la permanenza in C Silver.

Alberto Marzo del Giarre circondato dagli avversari del Gravina, La Mantia e Santonocito (foto G. Lazzara)

La Basket School di coach Sidoti vince al debutto in casalingo nel nuovo PalaMili davanti ad un pubblico che ha risposto alla grande alla nuova collocazione casalinga, 6 le doppie cifre per gli scolari fra cui i due stranieri Kolev (13) e il nazionale irlandese Black (22), complice il rinvio di Cestistica Torrenovese – Cus Catania, i ragazzi del presidente Zanghì si prendono la testa della classifica.

Vince in casa, e resta attaccata al primo posto, l’ORSA Barcellona. In riva al Longano i lasalliani hanno la meglio sulla Nova Virtus Ragusa di coach Di Gregorio in una gara trovatasi in parità a metà del quarto quarto (52 – 52) e risoltasi solo nel finale di partita. In doppia cifra per i padroni di casa Farina (19) e Brusca (11) e per gli iblei il solito Canzonieri (11) e Carnazza (14). L’ ORSA Barcellona ha annunciato l’acquisto di Brandon Lee Cataldo “centrone” italo – americano di 213 cm, di cui si dice un gran bene, reduce da un ottima stagione alla Sutor Montegranaro nella C Silver Abruzzese conclusa con 14,8 punti di media.

Pronto riscatto della Libertas Alcamo di coach Ferrara che riscatta la sconfitta della prima giornata, patita alle pendici dell’Etna, dai cussini di coach Guadalupi. Capitan Andrè e compagni vincono al Pala TreSanti di Alcamo contro l’Orlandina Lab, squadra “laboratorio” dell’Orlandina Basket, in questo caso priva di Neri e Murabito impegnanti al PalaFantozzi nella gara di A2 contro Treviglio. Ben 6 doppie cifre per gli alcamesi fra cui spiccano i veterani Andrè (11), Dragna (20) e Tagliareni (11).

Mauro Bascetta (foto G. Trovato)

Lo Sport Club Adrano recupera subito la retta via, e nella “bolgia” della Tensostruttura supera il Peppino Cocuzza, che resta stranamente fermo a zero punti dopo due giornate. Assoluto protagonista l’adranita Damiano Russo (19), che realizza 4 triple totali di cui 3 consecutive nel momento clou della partita, ben coadiuvato dal solito Whatley (27). Per il Peppino Cocuzza da registrare il positivo debutto di Mihajlo Pesic, centro slavo giunto in settimana a San Filippo, che ha messo a referto 25 punti alla prima allacciata di scarpe.

Il sentitissimo derby fra Sport Club Gravina e Basket Giarre regala una partita tirata fino alle ultime battute. Ne escono vincenti i ragazzi di coach Marchesano anche grazie alle triple del giovane Riccardo Duscio (ultima partita per lui con il Gravina, andrà a studiare fuori) e alle più ampie rotazioni a disposizione. Per quanto riguarda i gialloblù di coach D’Urso hanno pesato le assenze che hanno limitato in maniera decisiva le rotazioni, basti pensare che in tre (Vitale (15), Marzo (19) e Casiraghi (21)) hanno realizzato 55 dei 59 punti totali.

Guglielmo Persano al tiro (foto R. Quartarone)

Chiude il programma di giornata la vittoria casalinga del Basket Acireale. Il Minibasket Milazzo arriva al PalaVolcan senza i due Spano’, Scilipoti e lo straniero Papazov. Gli acesi scavano subito il solco fino ad un massimo vantaggio di 25 punti, i mamertini ci provano più volte guidati da Guzman (23) e dal giovane Saija (22) ma è troppo tardi la gara è già decisa. Per gli acesi prestazione di alto livello di Persano (30) che dopo alcune stagioni martoriate da infortuni sembra tornare ai livelli a lui più congeniali.

Per concludere questa giornata ci lascia delle certezze e forse qualche tentativo di dichiarare le proprie intenzione (Basket School e ORSA Barcellona, in attesa del recupero della Cestistica Torrenovese) e tanti riscatti (Acireale, Adrano e Gravina), ma sicuramente rileviamo un generalizzato equilibrio che potrebbe rendere il campionato combattuto fino alla fine.

Non ci resta che goderci il grande spettacolo che il nostro GIOCO ci offre…..BUON BASKET A TUTTI!!!!

 

Ignazio D’Angelo

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.