U-15, successo del torneo Alfa-Cus

Vince la formazione di Famà e Vaccino in finale su quella di Guadalupi… Mascalucia terza e Aretusa quarta… PalaCus pieno…

Una bellissima giornata di sport. La tribuna del PalaCus piena in ogni ordine di posto. Grande tifo e calore per la prima edizione del torneo “ALFACUS”, riservato alla categoria Under 15. Sul parquet protagonisti i giovani giocatori di quattro squadre. Successo finale per l’AlfaCus “A” guidata dai coach Enrico Famà e Carlo Vaccino. La squadra rossazzurra ha piegato, nella prima partita, l’Aretusa Siracusa per 57-48. Nella finalissima, il quintetto catanese ha superato l’AlfaCus “B” di Giuseppe Guadalupi con il punteggio finale di 100-45 e Cantarella è stato nominato mvp. Una finalissima giocata in “famiglia” a testimonianza dell’ottimo lavoro svolto da entrambe le squadre e di quanto si stia consolidando il progetto “ALFACUS”. La formazione “B”, composta da cestisti più piccoli di età, ha risentito del gap fisico contro avversari più grandi, ma ha fornito risposte positive soprattutto, nella prima gara, contro la Mens Sana Mascalucia superata per 74-58. Nella finale per il terzo posto affermazione dei mascalucesi per 58-54 al termine di una partita tirata e vibrante. Applausi alle quattro squadre e al siracusano Gugliotta, vincitore della gara del tiro da tre punti.

L’AlfaCus “A”, nella prima gara, ha giocato con Politi, Cantarella, Di Stefano, Nicosia, Esposito, Platania, Nicolosi, Delia, Condorelli, Maltese, Valenti e Spampinato. Nella finalissima, l’AlfaCus “A” si è schierata con Cantarella, Politi, Platania, Nicosia, Di Stefano, Esposito, Grassi, Santagati, Catania, Nicolosi, Di Giacomo e Adamo. Per l’AlfaCus “B”, contro la Mens Sana, sono scesi sul parquet Barberi, La Mastra, Primavera, Conte, Lanzafame, Balbo, Giuffrida, Arcidiacono, Raciti, Coco, Galasso e Mangani. Nella finalissima per il primo posto, coach Guadalupi si è affidato a Barberi, La Mastra, Raciti, Coco, Primavera, Lanzafame, Conte, Giuffrida, Arcidiacono, Mangani, Balbo e Galasso. Splendida ed encomiabile l’organizzazione del Torneo, curata impeccabilmente da Gaetano Russo direttore tecnico di AlfaCus.

“I miei complimenti vanno ai ragazzi, che hanno preso parte a questo bel torneo – afferma Nico Torrisi, presidente dell’Alfa Basket Catania -, ma anche a Gaetano Russo che insieme con tutto lo staff di AlfaCus ha reso possibile questa splendida domenica di sport. Le nostre squadre, Under 14 e Under 15, si sono comportate bene. E’ un passo importante per il futuro e sono felice di aver visto tante famiglie al PalaCus. Spero che i nostri sforzi vengano apprezzati. E’ fondamentale far crescere i nostri giovani sotto un’unica bandiera, quella di AlfaCus”.

“Manifestazione riuscita benissimo – dichiara Enrico Famà, coach dell’AlfaCus Under 15 -. La nostra squadra ha conquistato la vittoria, ma non era questo l’importante oggi. Abbiamo fatto giocare i ragazzi, classe 2004 e 2005, misti Alfa Cus per verificare l’ottimo potenziale che abbiamo a disposizione”.

Questo, invece, il commento di coach Carlo Vaccino: “La cosa più bella è stato vedere i ragazzi insieme che socializzano e fanno amicizia. Hanno proprio voglia di giocare e stare insieme. Il progetto AlfaCus sta andando benissimo”.

Giuseppe Guadalupi, tecnico dell’Under 14, commenta così l’iniziativa: “Siamo contenti. E’ il primo torneo organizzato insieme da Alfa e Cus. Questa sinergia cominciata pochi mesi fa sta dando grandi soddisfazioni. Bene l’Under 15 e bene l’Under 14. Ottima la partecipazione del pubblico. Ringrazio Dream Team, che ha offerto quattro premi per i ragazzi. Nell’Under 15 Siracusa e AlfaCus A presentano ragazzi che sono già nel giro della rappresentativa regionale. Ma anche la Mens Sana ha fatto vedere un bel gioco. I miei Under 14 hanno sofferto un po’ il gap fisico nella finalissima, ma si sono ben destreggiati nell’incontro precedente”.

 

Addetto stampa

AlfaCus Basket Catania        

Umberto Pioletti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.