Misterbianco: sinergie, ambizioni e difficoltà

Estate difficile, ma la squadra è al via in Promozione… Tre confermati e molti arrivi… Inizia una collaborazione con l’Omega… «Fare attività è da pazzi»…

Coach Stefano Platania

L’Asd Basket Misterbianco si è preparata per bene alla sua seconda stagione in cui parteciperà alla Promozione, oltre ad aver confermato l’impegno nel minibasket. Non è stato un periodo facile per la società misterbianchese, che già a giugno aveva fatto un bilancio sul futuro, in cui la dirigenza aveva proposto anche di farsi parte in caso in cui fossero potute arrivare nuove forze per consolidare il progetto. Alla fine, la triade che regge le sorti della società ha deciso di andare avanti con più impegno.

In Promozione giocherà una squadra largamente rinnovata, con soli tre elementi confermati (Giuseppe Caruso, Fabrizio Rapisarda, Lorenzo Santuccio). Sono stati annunciati gli arrivi anche di Devin Durden, Rory Chatman, Michelangelo Caruso, Marco Torresino, Sow Samba, Giordano Calvagno e altri giocatori potrebbero essere confermati a breve. «Sarà difficile riconfermarsi a quei livelli – afferma coach Stefano Platania –, ma il nostro obiettivo è quello di rimanere competitivi, perché competitività e ambizione sono i nostri marchi di fabbrica. Sono certo che Scordia e Giarre si contenderanno la vittoria. Noi cercheremo di arrivare ai play off, quindi tra le prime quattro. Nel caso li raggiungessimo, se necessario non ci faremo trovare impreparati, per dire la nostra».

Una squadra minibasket dell’Asd Basket Misterbianco

L’attività giovanile ha una nuova spinta, vista la sinergia iniziata con l’Omega Misterbianco: alcuni 2006 sono andati all’Omega, alcuni Under-18 sono invece arrivati all’Asd Basket. Il settore giovanile e minibasket sarà ancora affidato ai tanti collaboratori: Giuseppe Parasiliti (che coadiuverà Platania e Galatà in Promozione), Ilenia Bruca, Martina De Lucia e Fabrizio Rapisarda.

Il presidente Orazio Urzì, il senior coach Filippo Galatà e il capo allenatore Stefano Platania fronteggiano comunque mille difficoltà: «Fare attività a Misterbianco è da pazzi – affermano -. Succedono sempre novità negative che ci portano a pensare di mollare tutto. Il cuore per adesso prevale sulla ragione e finché dura, non lesineremo energie. Se qualcuno però avesse la passione quotidiana per la pallacanestro e volesse subentrare, saremo pronti a farci da parte».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

1 Commento

  1. Ringraziamo Roberto Quartarone, il quale ha sintetizzato in maniera esaustiva il Nostro pensiero. Certamente tutte le Società navigano in difficoltà, ma noi in questi ultimi anni siamo sempre in Piena Emergenza. Ma la cosa che ci rende ancora più rammaricati è l’essere “censurati da taluni” ai quali manca la lungimiranza di comprendere le problematiche altrui, accecati dai propri “egoismi”.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.