Adrano viaggia ad altissima quota

Altra vittoria, questa volta cede Acireale… Whatley ancora una volta decisivo… Miglior prestazione stagionale per Kucinskis…

ADRANO ACIREALE 97-87
PARZIALI: 30-14; 50-43 (20-29); 72-63 (22-20); 97-87 (25-24)

ADRANO: M. Bascetta 14, D. Russo 3, Ricceri 6, D. Bascetta 5, Whatley 42, Bulla, Pennisi, Alescio 26, La Manna 1, Sangiorgio ne, A. Russo. All.: Bonanno.
ACIREALE: Khomyn 2, Cerame, Panebianco 14, Patanè 12, Antronaco, Gulisano 10, Venticinque L. ne, Venticinque A. 8, Persano 10, Kucinskis 20, Manservisi 11. All.re: Angirello. Tiri liberi 8 su 13. Tiri da tre punti: Panebianco 4, Persano 2, Gulisano 2. Tiri da due punti : 21 su 36. Tiri da tre punti: 11 su 38.Falli subiti: 13. Falli commessi : 18. Rimbalzi difesa 18. Rimbalzi attacco 9. Palle perse17. Palle recuperate 12. Stoppate fatte 1. Assist 6.
ARBITRI: Paternicò e Cappello.

Adrano viaggia a ritmi altissimi e al terzo posto guarda tutte le catanesi dall’alto della Serie C Silver. Questa volta la vittima dei bianconeri è Acireale, che sta sempre a inseguire e solo nel secondo quarto ha la forza di risalire dopo il -16 maturato al termine dei primi 10′. Adrano invece è costante, trascinata da Ennis Whatley (42 punti e una vetta della classifica marcatori che sembra inattaccabile), spinta passo passo dal tifo incessante dell’Armata bianconera. 

Il sistema di coach Giorgio Bonanno dà grande libertà a tutti, Damiano Russo e Peppe Ricceri si alternano a gestire il quintetto bianconero, con Aronne Alescio che colpisce e si diverte e l’ala americana che gioca da all-around, ma soprattutto rende inutile la miglior prestazione offensiva di Augustinas Kucinskis. Acireale non riesce invece a imprimere il proprio ritmo, sembra spesso deconcentrata e solo a tratti dà l’impressione di poter rimontare. La vittoria bianconera non è mai in discussione, comunque, e lancia sempre più in alto una truppa che non si può più definire un’outsider.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Terzo successo consecutivo, quattro su quattro alla “Tensostruttura”, secondo posto in classifica a pari merito con Orlandina Lab e Basket School, + 6 dalla zona playout e in roster il miglior marcatore del campionato, Ennis Whatley con 222 punti complessivi. Questi alcuni numeri scintillanti di Adrano dopo 7 giornate di campionato e dopo aver superato Acireale per 97-87.I propositi di “vendetta” sportiva degli acesi, dopo la sconfitta nella finalissima playoff di serie D a1″ dalla fine, rimangono tali perché Adrano in casa è un uragano che travolge tutto. Non c’è stato nulla da fare per gli acesi contro un Adrano che ha sciorinato l’ennesima grande prova nel fortino amico. Pubblico delle grandi occasioni, ma non è più una notizia, con l’Armata Bianconera che ha tenuto i decibel altissimi per tutto il match e il clima come sempre infuocato. A fine match cori per tutti soprattutto per coach Giorgio Bonanno. È lui uno degli artefici di questo piccolo “miracolo sportivo”. Alzi il dito chi avrebbe pensato che Adrano, da neo promossa, sarebbe stato così in alto in classifica a duellare con le big del torneo. Bonanno conosce come pochi il campionato di serie C, è giovane anagraficamente ma molto navigato, essendo già al sesto anno che allena in questa categoria. Adrano é salito sull’ ottovolante dopo essersi preso il derby con Acireale ma il radar è mirato al vantaggio accumulato sulla zona playout che è salito sul +6. L’ obiettivo non cambia e non cambierà: Adrano vuole valorizzare il gruppo di cestisti locali e salvarsi divertendosi. Ieri un altro passo è stato fatto su entrambi i fronti perché a referto ci è finito anche Peppe La Manna, 15 anni, che ha realizzato il suo primo punto in serie C. Gli acesi sono stati centrifugafi soprattutto nel primo quarto dove Adrano ha costruito il vantaggio che ha poi permesso agli adraniti di vincere il match. 30-14 il parziale del primo suono della sirena. Nel secondo, Adrano si specchia troppo sulla propria estetica cestistica e gli acesi con un 20-29 di parziale vanno alla pausa lunga sotto di 7 (50-43). Nel terzo e quarto quarto, Adrano ribatte punto su punto al tentativo di rimonta degli uomini di Angirello. 22-20 e 25-24 i parziali. A referto i 42 punti di un dominante Whatley, i 26 Alescio, i 14 di M. Bascetta, i 6 di Ricceri, i 5 di D. Bascetta, i 3 di capitan Russo e il punto, il più bello di tutti, di La Manna. Buona prova anche di Pennisi che nonostante non abbia segnato, sta crescendo di condizione che è la cosa più importante. Vince Adrano e un altro passo verso la salvezza è stato fatto. Domenica la trasferta a Capo D’Orlando con Orlandina Lab, quintetto veramente forte. Ce la giocheremo come abbiamo sempre fatto con tutti perché vogliamo continuare a stupire ma senza perdere di vista il vero e unico obiettivo: la permanenza in serie C senza affanni.

ADDETTO STAMPA ADRANO BASKET 
DAVIDE D’AMICO

Ancora una battuta d’arresto in trasferta per il Basket Acireale che ad Adrano cede alle giocate di Whatley (39 punti) ed Alescio 26, 9 su 9 dalla lunetta); risultato finale 97 ad 87 per Ricceri e compagnia. Nella serata in cui la compagine granata trova Kucinskis (ottima prova la sua con 20 punti realizzati, 13 rimbalzi, 4 falli subiti) la mancanza di continuità, un pizzico di cattiveria agonistica in più ed almeno 10 palloni regalati agli avversari nei momenti topici della gara hanno dato ad Adrano l’ennesima vittoria casalinga ed il suo assestarsi prepotentemente ai piani alti della classifica. Chissà perché è un copione già visto. Acireale consegna al solito il primo quarto ai padroni di casa certamente più fisici ed aggressivi agonisticamente. 4 a0 al terzo minuto, 8a 7 al quinto per poi chiudere il primo tempino sul 30 a 14. Timida reazione acese che però frutta nei primi minuti del secondo quarto il -10, 33 a 23, protagonisti Gulisano con una tripla e Kucinskis sottomisura.Adrano si convince di una partita ormai chiusa ma al quinto si è sul 38 a 28. Due triple consecutive, una di Panebianco (14 punti) ed una di Manservisi portano Acireale sul meno 5 al settimo, 41 a 36.Ma ancora una volta sono i granata ad essere artefici del proprio destino regalando tre canestri in transizione in campo aperto a Whatley e così si va all’intervallo lungo sul punteggio di 50 a 43 interno. Acireale è troppo discontinuo, a difesa schierata difende abbastanza bene anche se Alescio dal perimetro è infallibile. Tuttavia con Kucinskis , che si fa valere sotto i tabelloni, a Bascetta, che sigla il punto 56, risponde Patanè che firma il meno 5, 56 a 51; ed ancora, con un libero realizzato si va sul meno 4, 56 a 52 al sesto. Niente da fare però perché ancora errori banali lanciano ancora una volta Whatley e compagnia in contropiede per canestri facili, uno contro zero. Gli ultimi dieci minuti partono dal 72 a 63 ma la gara si può dire già segnata; Acireale non ha la forza di cambiare per la terza volta l’inerzia della gara ed Adrano è in controllo con 10-12 punti di vantaggio che si porterà fino alla fine per il 97 ad 87 che chiude la contesa.Il prossimo turno vedrà gli acesi ricevere al PalaVolcan il Cus Catania Domenica 18 Novembre alle ore 18. In settimana l’under 16 sarà impegnata Martedì 13 ad Adrano mentre l’under 20 affronterà in casa la Costa D’Orlando alle ore 20,15 Mercoledì 14.

ba

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.