La vittoriosa Rainbow e Stella contro la violenza

Cinque triple di Aleo, ventello di Chiarella, Parisi torna in campo… Bruni: «Tanti dettagli da correggere, ma un applauso al gruppo»…

RAINBOW – STELLA 68-57

RAINBOW CATANIA: Diop; Nucera; Ferlito; Caruso 7; Aleo 20; Parisi; Iuliano 2; Chiarella 20; La Manna 9; De Lucia 2; Spina ne; Licciardello 8. Coach: Bruni
STELLA PALERMO: Cerasola; Vento 8; Riccardi 20; Vigilante 6; Ventimiglia; Cassetti; Cafiso 15; Ciriminna 6; Giuffrè; Matera; Craciun; Bianco 2. Coach: Zanet
PARZIALI: 20-12; 37-20; 53-39
Arbitri: Jessica Scalone di Floridia (1° Arbitro) e Luca Massari di Chiaramonte Gulfi (2° Arbitro). 

Arriva la quinta vittoria consecutiva, in campionato, per la Rainbow Catania che, al Palazzetto di San Pietro Clarenza, regola le rivali della Stella Palermo per 68-57. La splendida atmosfera del palazzetto clarentino è resa ancor più calorosa, pochi minuti prima del salto a due, dal momento che entrambe le compagini dedicano alla “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, indossando il nastro rosso, simbolo dell’iniziativa.

Le catanesi partono subito col botto: Ileana Aleo fa immediatamente capire che la serata è da “mano caldissima”, piazzando due triple nei primi sei minuti di gioco, ben imitata da Giuliana Licciardello e coadiuvata da una Francesca Chiarella che fa subito sentire la propria presenza sotto canestro. Le ospiti si fanno vedere solo con Riccardi, che risponde ad Aleo con una bomba e due centri. Il primo tempo si chiude sul 20-12 per le padrone di casa, che incrementano il vantaggio nella seconda frazione. Le protagoniste sono le stesse: Aleo e Licciardello vanno ancora a segno da tre mentre Chiarella fa a “sportellate” con la difesa palermitana e mette a referto altri 9 punti. Da segnalare il rientro in campo, dopo 11 mesi, di Valentina Parisi, accolta dagli applausi del pubblico. La pausa lunga vede le biancorossoblù in vantaggio per 37-20. Il largo margine ammorbidisce le ragazze di coach Bruni che, al ritorno in campo, rallentano, concedendo il parziale di frazione alle avversarie (16-19) e trascinando la sfida su un 53-39 complessivo che appare rassicurante, in vista degli ultimi dieci minuti. La Rainbow comincia l’ultimo quarto alla grande, con un 7-0 alimentato dal quinto “+3” di Aleo . La Stella risponde con un contro break di sei punti . A mettere al sicuro la compagine etnea sono ancora Chiarella e La Manna che siglano gli ultimi sei punti catanesi della sfida. Il finale è, invece, tutto di marca palermitana, con Elena Riccardi sugli scudi con due triple nello 0-10 degli ultimi due minuti e mezzo di gioco. A fine partita coach Bruni analizza così la gara: “ Non è stata propriamente una bella partita, da parte nostra, anche se siamo rimaste in vantaggio sin dai primi minuti. Un applauso a tutto il gruppo per la quinta vittoria, ma dobbiamo correggere i tanti errori che abbiamo commesso. Dovremo migliorare in concentrazione, è mancata fluidità. Il campionato è lungo ed incontreremo altre squadre che proveranno a darci fastidio, non intendo vedere altre brutte prestazioni”. La coach etnea, poi, sottolinea il rientro in campo di Valentina Parisi: “Mi sono emozionata anche io perché tengo molto a Valentina. E’ un ritorno che ci darà tanto come equilibrio di squadra. Le faccio un in bocca al lupo, che estendo a tutto il gruppo”.

Top scorer della gara, in casa Rainbow, Ileana Aleo (20 punti, 5 triple) e Francesca Chiarella (20 punti).

 

San Pietro Clarenza 24/11/2018

 

Comunicato stampa Rainbow Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.