Giorgianni va a Torino, il saluto e l’eredità

L’allenatore della Mens Sana Mascalucia via per lavoro… «La squadra sarà seguita da fraterni amici, lascio un bilancio più che positivo»…

Gabriele Giorgianni a un torneo giovanile

È il secondo allenatore catanese con più panchine nell’ultimo dodicennio dalla D in su (234), è la mente alle spalle della Mens Sana Mascalucia, che tra alti (l’ascesa fino alla C2 e le partecipazioni ai play-off) e bassi (il ritorno in Promozione ma con il suo gruppo giovanile) è stata una delle società che ha fatto più movimento negli ultimi anni nel catanese. Gabriele Giorgianni è partito però in settimana, destinazione Savigliano, nei pressi di Torino, dove lavorerà come dirigente medico. Si è chiusa contro Battiati, dunque, l’esperienza del coach con gli squali etnei.

«Lì ci sono possibilità di lavoro che purtroppo da noi non ci sono al momento – afferma –. Ho fatto l’ultima partita a Battiati, paradossalmente nel palazzetto in cui ho cominciato a giocare a basket, e, risultato a parte, sono contento di avere giocato lì».

La sua partenza non lascia però il vuoto. «La Mens Sana sarà seguita ancora di più ora da Davide Santangelo, aiutato da Marco Pappalardo, dal punto di vista tecnico e da Daniele Belluomo, Giovanna Rizzo e Gabriele Floridia dal punto di vista organizzativo. Ovviamente cercherò di dare una mano per quanto possibile e cercherò di seguire i ragazzi il più possibile e qualche weekend riuscirò a scendere a Catania».

Gabriele Giorgianni (foto R. Quartarone)

Quando nel 2006 si è iscritta in Promozione, la Mens Sana giocava a Pedara, ma da sempre ha avuto in Giorgianni la sua guida tecnica, anche quando si è allontanato per fare da assistant coach in A2 femminile. «Pur avendo allenato in altri contesti (Adrano, Cus, Virtus e Olympia) è ovvio che lasciare la Mens Sana Mascalucia è stato per me un duro colpo perché ho dedicato tutto me stesso alla crescita di questa società dal 2006 a oggi. La costante in questi anni è stato Davide Santangelo, mio fraterno amico, che come me in questi anni ha fatto tanti sacrifici per portare avanti la “macchina” anche in momenti difficili in cui forse era più facile mollare che andare avanti, per questo sono sicuro che, appoggiato dai ragazzi più grandi e da Daniele,Giovanna e Gabriele, saprà mantenere un ottimo standard».

Le ascese dalla Promozione alla C2, in cui ha disputato quattro stagioni partecipando per due anni ai play-off, sono i migliori successi sul campo di Giorgianni con Mascalucia, che ha anche conosciuto la retrocessione, una dalla C2 e una dalla D. «Mi sono preso tante soddisfazioni in questi anni ovviamente miste a qualche delusione – ammette –, ma alla fine il bilancio è più che positivo. Pur avendo meno “risorse” rispetto ad altre società abbiamo sempre mantenuto un ottimo livello di competitività con il duro lavoro e penso che anche quest anno ci leveremo molte soddisfazioni sia in prima squadra che in und16 e 15. Ho sempre cercato di trasmettere ai miei “atleti” il senso del dovere con l’esempio, in primis cercando di trasmettergli le mie conoscenze e mi divertirò a vederli protagonisti dei loro campionati. Negli anni abbiamo lanciato o rilanciato tanti ragazzi che forse avevano solo bisogno di fiducia. Mi dispiace lasciare i ragazzi a stagione in corso (anche il gruppo di piccolini che seguivo alla San Domenico Savio con la Mens Sana San Gregorio), ma per ora è andata così, loro sapranno prendersi le loro soddisfazioni….e forza Mens Sana!» 

Chissà se ora nascerà anche una Mens Sana Savigliano…

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*