Per la Lazùr un altro stop ad Augusta

La squadra cede di sei punti, partita equilibrata ma le augustane a lungo avanti… Il gesto contro l’arbitro a fine gara… Intanto, in B, Priolo batte Patti…

Augusta – Lazùr 49–43
Parziali: 
12-10, 7-10, 10-8, 20-15
Centro Sportivo Brucoli, 19 gennaio, 20:00

VIRTUS AUGUSTA: Gaudioso 18, Vicario 15, Palamidessi 10, Silvestro 4, Aiello 2, Calvagno, Perrone ©, Busso ne, Romano ne. All.: Valora.
LAZÙR CATANIA: Borzì 13, Pafumi © 8, Desi 8, Licciardello 6, Amara 4, Cardea 2, Cardillo 2, Cicciù, Toscano. All.: Caltabiano.
ARBITRI: Filesi P.

Quarta sconfitta per la Lazùr di coach Davide Caltabiano, che al Centro Sportivo di Brucoli dà il massimo ma vede sfumare la vittoria nel finale. Le augustane di coach Gigi Valora vengono trascinate da Gaudioso, Vicario e Palamidessi, perdono terreno solo nel secondo quarto e poi incrementano poco a poco il vantaggio fino in fondo. Per le lazurine, la topscorer è stata Borzì, unica in doppia cifra in una partita comunque equilibrata.

C’è spazio anche per un gesto di uno spettatore augustano, che a fine partita ha lanciato una banconota da 50€ nei confronti dell’arbitro Paolo Filesi; secondo la Virtus, l’avrebbe fatto dicendo: «Se arriva la multa la pago io» e la storia è stata riportata da Sicilia Basket.

Meno di 24 ore dopo, Palamidessi e Aiello, accompagnate da coach Valora, sono scese in campo con la prima squadra della Trogylos Priolo, che ha vinto contro Patti dando via libera alla Rainbow in vetta alla Serie B/F.

R.B.C.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*