Battaglia epica: ad Adrano vince Torrenova

Adraniti a lungo in vantaggio (anche di 15)… La progressiva rimonta ospite nel secondo tempo… Break e controbreak fino al -2 finale…

Di Stefano Trasporti Adrano – Confezioni Corpina Torrenova 75-77

Di Stefano Trasporti Adrano: Bascetta M. 13, Russo 6, Ricceri 1, D. Bascetta, Pennisi 16, Alescio 10, Leanza 14, La Manna ne, Amoroso ne, Guzman 15, Sangiorgio ne, A. Russo. Coach: Bonanno
Confezioni Corpina Torrenova: Munafò ne, Suraci, Sgrò 12, Tonjann 17, Arto, M. Busco 11, Serafino ne, Munastra 4, Gullo 16, G. Busco ne, Bricis 17. Coach: Silva
Arbitri: D’Amore e Barbagallo.
Parziali: 
24-11, 45-30, 58-48.

 Vince Torrenova ma Adrano esce rinfrancato dalla prestazione che è stata veramente buona. Diciamolo subito: la partita è stata bellissima ecco perché è incomprensibile che alla fine il risultato finale sia stato “sporcato” da alcune decisioni cervellotiche del duo arbitrale. I signori D’Amore di Messina e Barbagallo di Acireale, si proprio loro, forse accecati dalla bellezza della partita dove i protagonisti erano i giocatori in campo, decidono, improvvisamente, che anche loro devono ergersi a protagonisti con alcuni fischi al limite del fantascientifico. Nel momento cruciale della gara, quando si viaggiava punto su punto, i direttori di gara fischiano, tra l’altro, due antisportivi inconcepibili ad Adrano, non ravvedono una manata di Gullo a Russo in occasione del canestro del -2, e vietano ogni forma di comunicazione pena il tecnico. Non c’era bisogno di un atteggiamento del genere. Fermiamoci qui. Adrano ha giocato una grandissima gara, i primi due quarti sono stati impressionanti per ritmo, intensità, applicazione, attenzione difensiva dove tutti, ma proprio tutti, si sono presi il proscenio. Adrano, sempre avanti, ha toccato anche il +19 come massimo vantaggio con gli ospiti frastornati e incapaci di reggere il ritmo alla partita impresso dai nostri. Alla pausa lunga Adrano va sul +15 con una tripla da quasi metà campo di Pennisi a sigillare una superiorità fino a quel momento schiacciante. Al ritorno dagli spogliatoi, la partita è più equilibrata, Torrenova aumenta l’intensità e viene trascinata dalle giocate di Gullo. Il parziale dirà 13-18, con Adrano che arriva al terzo suono avanti di 10 (60-50). Ultimo quarto, Torrenova parte a cannone, piazzando un break di 0-11 e portandosi in vantaggio per la prima volta nel match. In questo break pesante, arrivano alcune decisione sconcertanti, definiamole cosi’, due duo arbitrale che danno spinta a Torrenova e innervosiscono i cestisti adraniti che oltre a preoccuparsi del ritorno di Torrenova devono pure “ragionare”, si fa per dire, con i fischi, si fa per dire anche in questo caso, dell’accoppiata D’Amore e Barbagallo. Adrano torna avanti, Torrenova risorpassa, break e contro break, Adrano ritorna avanti di 3, Busco mette la “bombona” per il 69-69. La gara è meravigliosa, gli ospiti si portano avanti di 3, M. Bascetta accorcia al -1. Gullo, ancora lui, riporta i suoi sul +3 ma Adrano (segneranno anche Pennisi e Alescio) non molla di mezzo centimetro anche se è costretto, inevitabilmente a spendere falli per fermare il cronometro mandando dalla lunetta Gullo che centra sempre la retina. A 4’.8” dall’ultimo suono, il tabellone dice: Adrano 75- Torrenova 77. Ultimo possesso per Adrano, Russo, sul gong, prova la tripla della disperazione ma il ferro dice no, sputando la sua conclusione. Resta il rammarico, enorme, ma anche la consapevolezza che il peggio è passato e giocando così, da qui alla fine della stagione, si vinceranno tante partite. In classifica Adrano è stato raggiunto da Cus e San Filippo del Mela all’8’posto. Adesso il calendario dice Gravina in trasferta, Amatori in casa e poi Acireale in trasferta. Insomma, un trittico di gare fondamentali per l’obiettivo salvezza.

ADDETTO STAMPA ADRANO BASKET
DAVIDE D’AMICO

Quarta vittoria consecutiva per la Cestistica Torrenovese, che espugna in rimonta la Tensostruttura di Adrano per 77-75 grazie ad un secondo tempo incredibile. La squadra di coach Silva non approccia benissimo alla gara, ma dopo aver chiuso sotto di 15 punti all’intervallo lungo gioca una seconda parte di gara quasi perfetta, migliorando le percentuali al tiro ed aumentando l’intensità difensiva. Ne scaturisce così un parziale di 30-47 nei secondi 20′, con Gullo e Marco Busco che trascinano i compagni alla rimonta finale.

Partenza “ad handicap” quella della Cestistica Torrenovese, che soffre l’approccio dei padroni di casa – sospinti da una cornice di pubblico incredibile – che macinano punti e tengono a bada le principali bocche da fuoco delle Aquile. Il duo Guzman-Alescio va a referto con 15 punti in coppia, mentre per Torrenova sono i soli Tonjann e Munastra andare a segno: al 10, così, è 21-10. Nel secondo quarto non cambia l’inerzia del match, con Adrano che riprende come aveva terminato. Per la Cestistica Torrenovese entra invece in partita Bricis, pur continuamente raddoppiato, che rosicchia qualche punto ai padroni di casa. Pennisi, Leanza e Bascetta, però, continuano a segnare ed un buzzer-beater del sopracitato neo-arrivato permette alla squadra di coach Bonanno di chiudere il primo tempo sul 45-30. Al rientro dal riposo lungo Torrenova è molto più aggressiva. La squadra di coach Silva prova infatti da subito ad accorciare le distanze con Gullo, Tonjann e Sgrò, ma Pennisi e compagni tengono botta lasciando le distanze invariate. Bricis, dopo esser stato braccato per tutto il primo tempo, ritrova definitivamente la via del canestro ed accorcia le distanze portando la Confezioni Corpina sul -7 (55-48), ma è ancora Leanza, con un’altra tripla sulla sirena, a chiudere il secondo periodo sul 58-48. Il piglio della Cestistica però è radicalmente cambiato e l’inerzia cambia in maniera insesorabile. Gullo in accelerazione firma immediatamente il -8, a testimonianza di quanto Torrenova abbia voglia di rimontare, poi è ancora il play pattese a far girare la squadra di coach Silva segnando e facendo segnare, con Tonjann e Sgrò che ringraziano e riportano la Confezioni Corpina al -1. La Di Stefano Trasporti è sulle gambe, così Gullo e Bricis in alley-oop completano la rimonta per il sorpasso sul 61-60. Pennisi va a referto più volte, ma Busco mette la bomba del 63 pari, e Gullo trascina con 7 punti consecutivi Torrenova alla vittoria.

 

Ufficio Stampa Confezioni Corpina Torrenova

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.