La corazzata Ragusa travolge Giarre

PalaPadua gremito, iblei sfondano il muro dei 100 punti… Giarresi partono avanti con Casiraghi, poi Salafia, Dinatale e Andrea Sorrentino ribaltano…

VIRTUS RAGUSA – BASKET GIARRE: 105 – 67
Parziali: 27-22; 53-42; 82-51; 105-67.

VIRTUS RAGUSA: Nardi 2, Chessari 6, Vacirca 13, Girgenti 7, Sorrentino An. 16, Dinatale 22, Causapruno 4, Carnazza 8, Salafia 16, Ferlito 4, Canzonieri 4, Sorrentino Al. 3. All. Di Gregorio
BASKET GIARRE: Costanzo M., Leonardi A., Vitale G. 8, Vasta, Leonardi N. 3, Marzo 21, Tomarchio 2, Cantarella 4, Maida 2, Saccone 5, Casiraghi 22. All.: D’Urso
Arbitri: Di Mauro e De Cillis

La Virtus Ragusa è una macchina da guerra e neanche il Giarre riesce a fermare la corsa solitaria della capolista. In un pala Padua gremito la squadra allenata da coach Di Gregorio travolge gli avversari e sfonda il muro dei 100 punti.

I primi due punti a canestro sono della Virtus per mano di Canzonieri ma il Giarre non ci sta a guardare e inizia a giocare velocemente soprattutto sotto canestro. Casiraghi nel giro di pochi minuti mette dentro 17 punti trascinando di fatto la sua squadra. Ma i ragusani rispondono subito con Salafia, Dinatale e Andrea Sorrentino portandosi avanti e chiudendo sopra di 5 punti (27-22). Nel secondo quarto il copione non cambia. I padroni di casa grazie ad azioni ben costruite sotto canestro tengono a distanza i giocatori allenati da coach D’Urso. I giarresi però tentano una timida ripresa ma vengono stoppati su tutti i fronti dai ragusani.

Al ritorno dal riposo lungo il Giarre si dimostra più nervoso e meno incisivo. Solo Marzo e Vitale in area mettono dentro punti che tengono a galla la propria squadra ma la Virtus Ragusa è un treno in corsa e non si arresta di fronte a niente. Salafia sotto canestro è imprendibile, Andrea Sorrentino da fuori area non sbaglia un colpo e Dinatale finalizza dopo azioni ben costruite dall’intera squadra. La difesa virtussina risulta essere sempre ben compatta e riesce a contenere qualsiasi tipo di attacco dei giarresi. L’ultimo quarto è una passeggiata solitaria per i padroni di casa. Il Giarre si arrende allo strapotere dei virtussini che riescono anche sforare i 100 punti.

“Nei primi due quarti – commenta a caldo coach Di Gregorio – la partita è stata combattuta. Giarre era priva di due giocatori importanti e forse anche per questo che all’ultimo ha mollato la presa. Devo sottolineare come nei primi due quarti come squadra abbiamo concesso troppo in difesa e questo non ce lo possiamo permettere. Lavoreremo in settimana per migliorare ancora di più il nostro approccio e ci concentreremo ancora meglio nel ritmo e nell’intensità di gioco”. 

Piero Burrugano

Area Comunicazioni Virtus Ragusa

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.