Rainbow, la V. Eirene ribalta il fattore campo

Vincono le ragusane con un ultimo parziale da 9-21… S’infortuna Chiarella… Bruni: «Da questa sconfitta impareremo io e le ragazze»…

Rainbow – V. Eirene 49–53

RAINBOW CATANIA: Diop 10; Nucera; Ferlito; Caruso; Aleo 15; Parisi 6; Iuliano; Chiarella 7; Costi ne; La Manna 11; Spina ne; Licciardello. Coach: Bruni
VIRTUS EIRENE RAGUSA: Cardullo; Guastella; Gatti 13; Olodo ne; Rimi; Stroscio 13; Occhipinti ne; Buccheri; Trovato; Savatteri 4; Bongiorno 21. Coach: Baglieri
PARZIALI: 7-8; 23-21; 40-32
Arbitri: Carlo D’Amore di Messina (1° arbitro) e Antonino Di Bella di San Filippo del Mela (2° arbitro).

La Rainbow Catania subisce il secondo stop stagionale. Nella sfida giocatasi al Palazzetto della Scuola di Polizia penitenziaria di San Pietro Clarenza passa la Virtus Eirene Ragusa, imponendosi per 49-53, al termine di una gara equilibrata e combattuta.

Inizio in sordina per le due formazioni che impiegano oltre quattro minuti a trovare la via del canestro. Rompe il ghiaccio Savatteri, per le ospiti, ma la Rainbow reagisce subito con la prima tripla della serata, firmata da Ileana Aleo. Il grande agonismo della prima frazione partorisce, però, solo un risicato 7-8 per le iblee. Le ragazze di coach Baglieri riescono ad allungare, nel secondo tempo, fino al +7 (8-15) per poi subire la reazione delle etnee che trovano il primo aggancio con la bomba della rientrante Valentina Parisi ed il successivo sorpasso con Aleo e La Manna. Si va alla pausa lunga con le catanesi in vantaggio per 23-21. Ma per le bianco rossoblù arriva la tegola dell’infortunio di Francesca Chiarella, costretta a dare forfait a causa di un nuovo infortunio alla mano, già colpita nelle scorse settimane. Nel terzo periodo le due formazioni lottano punto a punto. Le catanesi trovano l’allungo a metà frazione, spinte dal doppio colpo da 3 punti di Ileana Aleo, che porta la sfida al 40-32 alla penultima sirena. Nell’ultima frazione la Rainbow perde lucidità e precisione. Ragusa trova il pari a poco più di quattro minuti dalla fine, con un bolide di Bongiorno che vale il 46-46. Nei 3 minuti finali Licciardello fa 0 su 2 dalla lunetta, mentre le ospiti mettono a segno il colpo decisivo con Gatti, che segna da 3, e Stroscio. La tripla di Ileana Aleo serve solo a ridurre il gap e fissare il risultato finale.

A fine gara coach Deborah Bruni non cerca alibi: “E’ stata una partita di basket molto intensa. Ci sono state fasi alterne. In alcune abbiamo fatto un bel basket noi, in altre è riuscito meglio a loro. Un applauso a loro che si sono dimostrate più brave. Noi abbiamo risentito dell’infortunio a Francesca Chiarella, che è mancata da metà gara in poi. Ci è mancata, a volte, la chiarezza e la semplicità nel fare le cose. Ad un certo punto sembrava fossimo noi la squadra meno esperta tra le due. Conserviamo, quanto meno, il vantaggio negli scontri diretti. Da questa sconfitta impareremo sia io che le ragazze. Rivedremo la gara rendendoci conto dei nostri limiti e dei nostri errori”.

 

San Pietro Clarenza 26/01/2019

 

Comunicato stampa Rainbow Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.