La crisi acese continua: -36 contro Alcamo

Inizio equilibrato, granata in vantaggio fino al 42-38… Dopo l’intervallo lungo il crollo, complici le triple di Dragna e Vukoja…

BASKET ACIREALE                       70
LIBERTAS ALCAMO                       106

Basket Acireale: Vasta 1, Cerame 3, Panebianco 11, Venticinque L. 6 , Persano 12, Patanè 19, Khomyn , Ricca, Venticinque L., Berzins 21. All.re : Angirello. Tiri liberi: 6 su 8. Tiri da tre:  Panebianco 3, Patanè 1, Persano 2, Berzins 4.Tiri da due:17 su 41. Tiri da tre Punti: 10 su 32.
Alcamo: Farina 2, Genovese L, Nicosia 11, André 4, Piarchak 13, Vukoja 21, Dragna 27, Genovese F 15, Tagliareni 13, Alfano. Coach: Maurizio Zichichi. Tiri da tre punti: Nicosia 1, Genovese F. 1, Dragna 5, Vukoja 4. Tiri liberi 9 su 13.
Parziali: 1° Q: 23 a 28. 2°Q: 22 – 18. 3° Q: 15 – 29. 4° Q: 10 – 31.
Arbitri: Massari e Scalone di Ragusa.

Dopo venti minuti di gioco il Basket Acireale esaurisce la sua continuità lasciando via libera alle conclusioni pesanti dell’Alcamo che scappa via nel punteggio nel terzo periodo incrementando il divario anche nella quarta frazione di gioco.

La partenza è negativa per i granata che dopo pochi minuti si ritrovano già a meno 10, 2 a 12 il parziale, grazie alle triple di Dragna (5) e Vukojia (4) che eludono la difesa schierata portando avanti i propri colori. Acireale reagisce con Persano (5 punti in sequenza) per il 7 a 15 al quarto. Buona circolazione di palla per Alcamo che con Tagliareni (13 punti) e Piarchak iniziano a far male anche nel colorato. Acireale però rimane in scia ed il primo quarto termina sul 23 a 28 esterno.

Acireale appare più tonico alla ripresa del gioco e la tripla di Berzins(21 punti) trascina i padroni di casa ad un possesso di distanza dagli ospiti, 26 a 28. La gara diventa un po’ più equilibrata ed Andrea Venticinque in transizione porta Acireale per la prima volta in vantaggio , 31 a 30 al secondo minuto.Le due compagini adesso si rincorrono l’una con l’altra; Acireale raggiunge il massimo vantaggio all’ottavo con un canestro di Patanè ed una tripla di Persano per il 42 a 38 ma Genovese F. e Tagliareni permettono agli ospiti di andare all’intervallo lungo sul 45 a 46.

Il riposo lungo è deleterio per il quintetto granata che colpito da tre triple consecutive cede terreno ed Alcamo chiude il terzo tempino sul 60 a 75. Quarto periodo ancora per Alcamo che anzi aumenta la forbice nel punteggio chiudendo sul 70 106. Prossimo turno per gli acesi sarà a Messina al Palatracuzzi contro l’Amatori Messina Domenica 10 Marzo alle ore 18.00.

ba                                                                                

Dopo un risultato difficile da digerire e una settimana ancora più difficile, la Libertas vince nettamente ad Acireale, fa il record stagionale di punti segnati in una partita (106) e torna in corsa per acciuffare uno dei posti della parte alta del tabellone play-off. Il quintetto alcamese, privo di coach Ferrara (squalificato), Manfrè (investito venerdì sera da uno scooter ma senza gravissime conseguenze) e Lollo Genovese (febbricitante e in campo per una sola manciata di minuti), ha respinto il tentativo della squadra di casa di fare un “brutto scherzo” di Carnevale in quella che è una delle capitali delle sfilate carnascialesche, Acireale appunto.

Alcamo parte subito forte: bombe di Dragna e Vukoja, contropiedi di Ciccio Genovese, rimbalzi in attacco e canestri di Tagliareni. In nemmeno 6 minuti l’avversario viene doppiato, 24 – 12. Qui però si spegne un attimo la luce e i locali rimontano. Il match si mette punto a punto con le bombe di Berzins, Panebianco e Persano ma anche con l’ottima prestazione di Patanè che, fino al riposo lungo, farà il “diavolo a quattro”; di contra una difesa divenuta un po’ troppo benevola e tantissimi passaggi sbagliati. Coach Zichcichi ruota gli uomini e da minuti pesanti anche a Piarchak e Farina.

L’equilibrio dura però soltanto fino al termine del secondo periodo. Alla ripresa delle ostilità la gara si rimette sui giusti binari per la Libertas grazie anche alla prestazione sontuosa, in difesa, del capitano Darìo Enrique Andrè. Il divario cresce minuto dopo minuto e il pubblico acese rimane ammutolito dinanzi alla prestazione del “Drago” Dragna (non ancora al 100% dopo una serie di problemi) e alle triple del serbo Vukoja, autori assieme di un bottino di 48 punti. Cresce bene anche Piarchak che dà stoppate, recupera rimbalzi, segna il canestro di quota 100 e firma 13 punti.

Nel finale merita poi una menzione speciale il gesto di grandissima esplosività di Edoardo Nicosia, ragazzo che nelle ultime giornate sta dando un grosso apporto. La guardia recupera palla, si catapulta in mezzo alla difesa schierata spaccandola in due e schiaccia con grande veemenza. Il pubblico piuttosto che applaudire lo apostrofa poco graziosamente e lui si becca un fallo tecnico a partita praticamente finita. Termina 106 – 70, la Libertas vince in tutto tranne che nelle triple (11 contro 9) e firma il record dei punti segnati superando quota 105 raggiunta alcune settimane fa da Ragusa in una gara interna.

Alcamo, 03 marzo 2019                                                                 L’ADDETTO – STAMPA

                                                                                                               (Piero Messana)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*