De Fraia, la play d’esperienza della Rainbow

Classe ’75, amica d’infanzia di coach Bruni, giunta per i play-off… «È importante approcciare i play-off, stare calme, gestire la situazione»…

Coach Deborah Bruni e Francesca De Fraia (foto Gaetano Leanza)

Classe, esperienza e capacità di leggere alla perfezione i momenti delle sfide più delicate. Sono queste le caratteristiche di Francesca De Fraia, play laziale, classe ’75, proveniente dalla Dinamo Ladispoli, ultimo rinforzo in casa Rainbow Catania.

Cresciuta nel Santa Marinella, in Serie B, Francesca De Fraia ha collezionato diverse esperienze nelle categorie maggiori. Significative le sue stagioni alla Crios Roma, Cestistica Azzurra Orvieto e Viterbo, dove ha calcato i palcoscenici di Serie A1 e A2, prima del ritorno al Santa Marinella ed il passaggio alla Dinamo Ladispoli, dalla quale è arrivata alla Rainbow Catania. Atleta di interesse nazionale, la De Fraia ha partecipato agli europei Over 40 di Maribor, l’estate scorsa, con la selezione azzurra. L’ex Orvieto ha debuttato in maniera positiva in maglia Rainbow, giocando larga parte di Gara 1 delle semifinali play off contro la Nuova Trogylos Priolo, prendendo da subito in mano il gioco delle catanesi e piazzando anche 5 punti (con una tripla) che l’hanno subito fatta apprezzare dal pubblico del palazzetto clarentino.

Francesca ha ben chiaro quale possa essere il suo contributo alla causa Rainbow e inquadra la sua nuova avventura cestistica: ” Vorrei dare la mia esperienza di playmaker, accumulata tra Serie A1 e A2. So che è importante approcciare bene questo tipo di sfide, stare calme e gestire la situazione. E’ quello che ho sempre fatto e credo di averlo dimostrato domenica in Gara 1. Voglio dare alle mie compagne, che sono molto giovani, la tranquillità nella gestione del gioco e tutta la mia carica. Ho sentito la partita un po’ meno delle ragazze, perché, non essendo siciliana e non conoscendo la squadra avversaria, avevo meno pressione. Ho capito però da subito l’importanza della gara ed ho messo in campo la mia esperienza. D’altronde quella serve proprio ad affrontare le partite più difficili. E’ stato un match combattuto, piacevolissimo sotto il profilo tecnico/agonistico . Diciamo che è stata una gara di quelle che prediligo perché sono una giocatrice da battaglia. Ho avuto un’accoglienza eccellente da parte della società e dalle ragazze. Ho vissuto questi primi giorni in foresteria ed è stato bellissimo perché sembrava fossi parte del gruppo già da un anno”.

Coach Deborah Bruni non ha dubbi sul contributo che la De Fraia potrà dare alla stagione della Rainbow: “Francesca è una mia amica d’infanzia. L’ho voluta fortemente qui, perché a noi mancava proprio l’esperienza nel gestire momenti delicati, come possono essere le sfide da “dentro o fuori” nei play off”.

La play vestirà, come già avvenuto in occasione della sfida di Gara1 contro la Nuova Trogylos Priolo, la canotta numero 16.

 

San Pietro Clarenza 13/03/2019

Comunicato stampa Rainbow Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*