Correnti e Padua motivano le dimissioni

I due consiglieri della FIP Sicilia anticipano le dimissioni e le spiegano: «Non ci riteniamo in linea con la gestione posta in essere»…

In riferimento al comunicato dell’ufficio stampa del comitato regionale F.I.P., avente ad oggetto il resoconto del CDR del 17 marzo scorso, pubblicato sul sito federale regionale, i sottoscritti consiglieri Cristina Correnti e Giuseppe Padua intendono precisare alcuni punti.

In tutta coscienza riteniamo che siano troppo grandi le distanze tra la nostra visione di gestione, collegiale e collaborativa, e quella posta in essere fino ad oggi dal Presidente Caruso e dai colleghi consiglieri, sia in riferimento alla gestione sportiva che a quella amministrativa, con le quali siamo stati troppo spesso in disaccordo. Pur tuttavia, concordiamo con i colleghi sul fatto che le società hanno liberamente e democraticamente scelto a chi affidare la gestione del comitato regionale siciliano, e non ritenendoci in linea con la gestione posta in essere, ieri abbiamo anticipato le nostre dimissioni che provvederemo a formalizzare a breve.

Teniamo a sottolineare che sin dall’inizio del nostro mandato, limitatamente ai diritti riconosciuti a dei consiglieri di minoranza, abbiamo sempre relazionato e motivato i voti contrari espressi nei vari consigli, sia ai colleghi che a quanti, per dovere istituzionale, era giusto fossero informati delle varie situazioni, al fine di fugare ogni dubbio sul fatto che i voti fossero una sterile espressione di “opposizione” ma semplicemente l’espressione consapevole e coerente di un voto, in base alle problematiche di volta in volta affrontate.

Innanzitutto, facciamo presente che durante l’ultimo consiglio abbiamo espresso il nostro voto contrario al bilancio d’esercizio per l’anno 2018, dal quale è scaturita un’importante perdita d’esercizio, e che presenta degli aspetti che non condividiamo.

In merito alla proposta della nuova commissione regionale arbitri, abbiamo ritenuto i nominativi non coerenti con quanto esternato dai colleghi in occasione della loro decisione di commissariamento del settore arbitrale nel luglio scorso, quando confermavano l’esigenza di una rottura con il passato e auspicavano una nuova commissione, composta da figure inedite per dare un nuovo slancio al settore arbitrale siciliano.

Pertanto, ritenendo che non vi sia stato nessun elemento di novità rispetto alla gestione precedente, pur riconoscendo ai tesserati proposti le giuste competenze, abbiamo espresso il nostro voto contrario, diversamente a quanto fatto nella votazione per la commissione minibasket, nel cui caso il nostro voto è stato favorevole.

Ringraziamo quanti hanno riposto la loro fiducia nelle nostre persone in occasione delle scorse elezioni e restiamo a loro disposizione per qualsiasi chiarimento in merito alla gestione ed alle problematiche da noi riscontrate.

Messina, 18 marzo 2019                                               Siracusa, 18 marzo 2019

Cristina Correnti                                                                 Giuseppe Padua                                                           

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*