Di Fine, un’esperienza in più malgrado l’infortunio

Contributo limitato per la palagonese della Passalacqua… «Buon traguardo, ma potevamo dare di più»… «Il mio futuro è a Ragusa»…

Se non fosse stato per un infortunio prima della partenza, il contributo di Josephine Di Fine sarebbe andato oltre i 6′ di media e 2,2 punti segnati. L’ala palagonese, che dopo il minibasket alla Fortitudo Palagonia è passata alla Virtus Eirene Ragusa, ha però contribuito con incisività nella finalina per l’11º posto.

Josephine Di Fine al Trofeo delle Regioni

«Potevamo andare meglio – ammette – visto che comunque ci alleniamo poco insieme. L’11º posto è comunque un buon traguardo però potevamo dare di più. Il mio contributo è stato mediocre a causa di un’infortunio al ginocchio pochi giorni prima della partenza».

Josephine, dopo il Trofeo delle Province 2016, ha avuto modo di partecipare a molti raduni del Centro Tecnico Federale dunque già conosceva il team partito alla volta di Salsomaggiore Terme. «La squadra è un buon gruppo e ha grandi margini di miglioramento, è ricca di molti talenti – afferma –. Sì, mi sono trovata molto bene con tutte le compagne e rifarei questa esperienza tante altre volte».

Quest’anno ha avuto anche modo di esordire tra le senior, giocando da titolare nella squadra di Serie C della Passalacqua. «Questa è stata un ottima stagione considerato i miglioramenti che ho fatto – ammette –. Vorrei ringraziare i miei allenatori Yvan Baglieri, Antonello Strano, Ninni Gebbia, Gianni Lambruschi e tutta la società della Passalacqua Ragusa. Comunque sono cresciuta con le biancoverdi e sono cosciente che il mio futuro sarà nella Passalacqua Ragusa, dove mi trovo bene. Ringrazio anche i miei genitori che fanno tanti sacrifici per realizzare i miei sogni».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*