Sipario per la Rainbow, Livorno la elimina

La Rainbow Catania paga il “black out” del terzo tempo: in finale play off va Livorno… Bruni: «Amarezza per il risultato»

Jolly Acli Basket Livorno-Rainbow Catania Basket 60-51

Jolly Acli Basket Livorno: Bindelli 11, Dodoli ne, Ceccarini 6, Maffei 2, Zorzi ne, Simonetti 6, Castiglione, Tripalo 8, Puccini, Manetti 16, Collodi 12. All.: Pistolesi.
Rainbow Catania Basket: Diop 7, Nucera, Ferlito 3, Engeln 7, Aleo 4, Chiarella 9, La Manna 6, De Fraia, Díaz Brito 13, Licciardello 2. All.: Bruni.
Arbitri: Meli e Riccardi.
Parziali: 13-14, 28-32, 48-41.

Livorno conquista la finale per la Serie A2: la formazione di coach Pistolesi passa con merito il turno superando in casa la Rainbow, squadra che fisicamente e sulla carta poteva esserle superiore ma che non è riuscita a imporsi. Velocità, contropiede, tenacia difensiva avevano caratterizzato il gioco delle toscane all’andata, conclusa in parità, e sono stati le chiavi per ribaltare nel terzo quarto il punteggio che le vedeva in svantaggio: le triple di Ceccarini e i punti di Manetti condiscono il 20-9 di break che ha chiuso la pratica e fatto esultare le labroniche. In finale incontreranno Pino Torinese.

C’è scoramento dal lato etneo. «Il mio rammarico è per la terza frazione – afferma coach Deborah Bruni –, nella quale ci è mancata la concentrazione. Paghiamo una media da tre punti disastrosa ed anche i tiri liberi potevano andar meglio, con un 16 su 25 non sufficiente. Per il resto la squadra ha dato il cuore, mettendocela tutta fino alla fine. Possiamo essere soddisfatti di dove siamo arrivati. Potevamo, però, fare di più. Livorno è una buona squadra con un buon passing game ed è sempre molto costante in gara. Noi invece, quando accusiamo dei blackout come quello di oggi facciamo queste prestazioni».

«Peccato non avere tesaurizzato un punteggio più congruo nei primi due quarti – chiude il presidente Fabio Ferlito – in cui la squadra ha espresso un buon basket. Ancor di più mi spiace aver assistito ad un terzo quarto in cui abbiamo concesso un break che ha riportato in partita Livorno, che poi ha mantenuto il vantaggio utile per la vittoria».

Catania, dunque, chiude amaramente i play-off per il settimo anno consecutivo.

 

R.Q.

da La Sicilia del 6/5/19

Prima del salto a due

La Rainbow Catania Basket cade in casa del Jolly Acli Basket Livorno e saluta i play off per la Serie A2, chiudendo la propria stagione. Le etnee sono state battute per 60-51 dalle toscane che accedono alla finale.

Gara inizialmente a tinte bianco rossoblù, con Ferlito e compagne capaci di controllare una sfida comunque equilibrata. Il primo quarto va in archivio sul 13-14 per le catanesi, che portano a casa anche il secondo parziale, imponendosi con un 15-18 di frazione per il complessivo 28-32 di metà match. Ci sarebbero tutti i presupposti per costruire una seconda parte della sfida nella quale mettere pressione alle padrone di casa. Le etnee, invece, incappano in uno dei soliti “black out” e concedono alle livornesi un 20-9 parziale che rimescola le carte, ribaltando il punteggio. A dieci minuti dalla fine Livorno può infatti gestire sette lunghezze di vantaggio sul 48-41. Nell’ultimo quarto le catanesi non si risparmiano , ma il 12-10 parziale cristallizza il successo delle padrone di casa, che possono festeggiare.

Nel post partita arriva il commento di coach Deborah Bruni: “E’ chiaro che c’è amarezza per il risultato, visti anche i primi due quarti in cui la partita era “nostra” e l’ultimo tempo in equilibrio. Loro sono state più brave. Abbiamo fatto una buona gara. Il mio rammarico è per la terza frazione, persa per 20-9, nella quale ci è mancata la concentrazione. Paghiamo una media da tre punti disastrosa ed anche i tiri liberi potevano andar meglio, con un 16 su 25 non sufficiente. Per il resto la squadra ha dato il cuore, mettendocela tutta fino alla fine. Possiamo essere soddisfatti di dove siamo arrivati. Potevamo, però,fare di più. Livorno è una buona squadra con un buon “passing game” ed è sempre molto costante in gara. Noi invece, quando accusiamo dei “blackout”, come quello di oggi, facciamo queste prestazioni. Ringrazio le ragazze e le loro famiglie per i sacrifici fatti in stagione, così come la società con in testa il presidente Ferlito e tutti i dirigenti. Abbiamo ottenuto la qualificazione alle semifinali per la Serie A2, giocandocela fino alla fine. Un applauso alle nostre avversarie ed un in bocca al lupo a loro per il prosieguo della stagione”.

Il rammarico per un risultato che poteva essere diverso è condiviso dal presidente della Rainbow Catania, Fabio Ferlito: “Peccato non avere tesaurizzato un punteggio più’ congruo nei primi due quarti, in cui la squadra ha espresso un buon basket. Ancor di più mi spiace aver assistito ad un terzo quarto in cui abbiamo concesso un break di 20 a 9 riportando in partita Livorno, che nella parte conclusiva dell’incontro ha mantenuto il vantaggio utile per la vittoria”.

 

San Pietro Clarenza   05/05/2019

 

Comunicato stampa Rainbow Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*