U-16: Mascalucia campione, ultimo minuto decisivo

Tre recuperate per superare Alcamo di 5 punti… La vittoria sull’Amatori in semifinale… Santangelo: «Orgogliosi dei ragazzi»…

La Mens Sana Mascalucia ha conquistato il titolo regionale Under-16! La squadra allenata da Davide Santangelo e Marco Pappalardo ha superato per 54-49 la Libertas Alcamo dopo aver eliminato in semifinale l’Amatori Messina (63-58), portando a casa dunque una Final Four storica per gli squali gialloblù. Gli etnei hanno disputato una gara aperta ed equilibrata contro gli alcamesi, decisa nell’ultimo minuto da tre palle recuperate decisive, che hanno messo quei cinque punti di margine utili per festeggiare.

I mascalucesi hanno disputato una grande stagione, sfiorando la qualificazione all’Eccellenza nella prima fase, chiudendo poi primi nel Girone A del campionato Silver e dunque qualificandosi per la fase finale. La squadra è composta da 2003, molti dei quali già visti in prima squadra, e da vari 2004 che partecipano anche al campionato Under-15 Aics, in cui sono ugualmente nella fase finale. Il campionato si ferma qui, ma gli etnei conquistano così il secondo titolo giovanile in due stagioni dopo l’U-14 Aics della passata annata.

Questo è il tabellino della semifinale: Cianciolo, Ridolfo, La Piana 15, Floridia 18, La Russa, Attanasio, Pistone, Romano, Finocchiaro 11, Guzzardi 2, Lizzio 17, Ferraro; e questo della finale: Cianciolo, Ridolfo, La Piana, Floridia 22, La Russa 4, Attanasio, Pistone, Romano, Finocchiaro 10, Guzzardi 6, Lizzio 11, Ferraro. «È stata una stagione molto lunga, in cui i ragazzi hanno fatto grandi miglioramenti sia tecnici che mentali – afferma coach Davide Santangelo –. Con Gabriele Giorgianni abbiamo sempre pensato che gruppo avesse grandi potenzialità e non ci sbagliavamo. Nel girone, le partite contro il polo creato dal Basket City Caltagirone sono state sempre molto combattute. In semifinale abbiamo incrociato l’Amatori Messina che ci ha permesso di giocare, come raramente è accaduto quest’anno, contro una squadra come la nostra: difesa a uomo a tutto campo, senza pick and roll e blocchi. È stata una bellissima partita decisa dalle nostre alte percentuali al tiro. La finale contro Alcamo è stata dura perché affrontare una zona molto chiusa per 40’ non è facile in queste categorie. Con intensità difensiva e forza mentale l’abbiamo vinta negli ultimi secondi. Siamo davvero orgogliosi di questi ragazzi e di questo risultato».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Nella prima semifinale  i ragazzi di coach Santangelo avevano di fronte l’Amatori Messina, formazione ben allenata da Restanti, che nella fase regionale non aveva perso neanche una partita. Le due squadre si affrontano a viso aperto, con difese a uomo molto pressanti. L’Amatori mostra ottime individualità ma nella Mens Sana i due “motorini” Lizzio e La Piana sfoderano una gran prestazione che tiene in partita la squadra mascalucense. Sotto di 6 punti a metà terzo quarto i nostri ragazzi non si perdono d’animo e guidati da Floridia e Finocchiaro riescono a riprendere il match. A 3’ dalla fine il quinto fallo di Finocchiaro sembra essere un macigno, ma Floridia sfodera un paio di giocate che risolvono la partita a favore di Mascalucia. Fondamentali le 7 bombe a segno (3 di Finocchiaro, 3 di Lizzio e 1 di La Piana), la difesa di Guzzardi e la solidità di Floridia.

La finale contro Alcamo ha visto partire i nostri ragazzi con un deciso parziale di 7-0. La partita diventa difficile da giocare perché Alcamo schiera per 40’ una difesa 2-3 impenetrabile. In un momento di “aridità” offensiva ci pensa Floridia a tenere a galla la squadra (alla fine saranno 22  i punti per lui) e a fare recuperare un primo svantaggio di 6 punti che ci permette di chiudere il primo tempo in vantaggio di 1 punto. La grande difesa a uomo della nostra squadra propizia numerosi recuperi ben concretizzati da Guzzardi e da La Russa e si arriva così al quarto periodo in una condizione di sostanziale parità. Un parziale di Alcamo porta i nostri ragazzi in svantaggio di 6 punti, ma due “bombe” consecutive, di Lizzio e Finocchiaro, riportano in parità il match. Nel concitato finale i ragazzi di coach Santangelo riescono a essere abbastanza freddi ai tiri liberi e Floridia,Lizzio e Finocchiaro chiudono il match dalla lunetta.

Al fischio finale è festa grande per giocatori,staff tecnico,dirigenti e i 30 supporters giunti al palazzetto di Caltanissetta a incitare i ragazzi. Dopo i complimenti agli avversari, si procede alla premiazione con il Presidente Regionale Caruso che consegna la Coppa al capitano Francesco La Piana dando inizio alla festa mensanina.

Sicuramente un risultato prestigioso per la nostra Società, un risultato frutto di un lavoro costante operato in questi anni e che ha portato a un miglioramento sostanziale di tutto il gruppo. I ragazzi, praticamente tutti cresciuti nel nostro settore giovanile fin dal minibasket, hanno mostrato una bella pallacanestro, spirito di gruppo e una capacità sorprendente di non arrendersi di fronte alle difficoltà. Ottimo il lavoro dello staff tecnico con Davide Santangelo supportato da Marco Pappalardo. In evidenza Dario Floridia, classe 2004 (un anno più piccolo), autore di 20 punti di media nelle due partite e di giocate decisive; Tommaso Finocchiaro, 2003, un ragazzo di 194 cm capace di mettere 3 bombe e di sapere anche scendere palla; Simone Lizzio, anche lui 2004, che ha messo fisicità e punti “pesanti” quando la squadra era in difficoltà;  Francesco La Piana, 2003, il playmaker-capitano che ha dato un contributo decisivo in semifinale e ha condotto bene la squadra in finale; Ulderico Guzzardi, ragazzo esemplare che da Scordia ha dato una grande mano in difesa e ha messo sempre il 100% di impegno in campo; Simone La Russa, che ha dato un grande contributo in difesa e ha realizzato 4 pesantissimi punti in finale; Dario Pistone, anche lui estremamente importante in difesa. Non dimentichiamo infine i contributi fondamentali nel corso della stagione di Simone Ridolfo (purtroppo infortunato in queste finali), Dario Ferraro, Andrea Cianciolo, Andrea Romano, Riccardo Attanasio, Youseff El Taher, Giuseppe Di Silvestre e Samuele Munzone (anche lui infortunato).

Questa vittoria, che va ad aggiungersi ad altri titoli provinciali ottenuti in passato da altri gruppi giovanili, da ulteriore spinta al nostro progetto che continua avendo come focus il miglioramento dei ragazzi e del gruppo. Questi ragazzi potranno unirsi all’ottimo gruppo 98-99 e dare un futuro di grandi soddisfazioni per la nostra società.

Comunicato Mens Sana Mascalucia

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*