Aumenta la partecipazione etnea alle Finali Fisb

Tre squadre con giocatori della Sicilia sud-orientale, fuori tutte al primo turno… Tra i vincitori del Fisb Italian Tour c’è Inoa Piantini… Lombardo tra le ragazze…

Enzo Santonocito, Marco Pennisi, Gabriele Bonaccorsi e Daniel Arena alle Finali Fisb

Tre squadre dalla Sicilia Sud-Orientale, provenienti da Who’s Got Next, Sun&Sport e Carlentini Challenge, hanno tenuto alta la bandiera siciliana nelle Finali Fisb, uscendo sì al primo turno ma conquistando rispettivamente due, una e due vittorie. È stata una partecipazione etnea nettamente più corposa dello scorso anno (e migliore in termini di risultati), quando si qualificarono due squadre, tra cui quella del Cara di Mineo.

La formula ha privilegiato i partecipanti al Bayer Fisb Italian Tour, il tour itinerante che ha coinvolto alcuni tra i giocatori con il ranking più alto nel 3×3 internazionale. A vincere la prima fase “pro” sono stati i Kings of Kings di Milano, capeggiati dall’italo-dominicano Bryant Inoa Piantini, che dominò ad Acireale un paio di stagioni fa. Non sono però andati fino in fondo nella lotta per lo scudetto: a vincere i titoli Fisb sono stati le Cantucky per la femminile e i 4NCI Venezia per la maschile.

Kings of Kings di Milano: il primo a sinistra è Bryant Inoa Piantini, ex Acireale

Dal Who’s Got Next? si sono presentati Enzo Santonocito, Marco Pennisi, Gabriele Bonaccorsi e Daniel Arenache hanno perso la prima (con qualche contestazione all’arbitraggio). Poi hanno vinto bene le altre due, ma solo la prima andava avanti. Sorte opposta ad Aronne Alescio (unico presente a due finali nazionali Fisb), Christian Carbone, Alessio Carbone e Vittorio Di Mauro, vincitori delle prime due e sconfitti nella gara decisiva. Una vittoria, a tavolino, per la “selezione” del Sun&Sport, che quest’anno esordisce nel panorama Fisb, con Giacomo Antronaco, Giacomo Prudente, Enrico Panebianco e Giorgio Gulisano che hanno rappresentato l’anima acese del torneo.

Le donne siciliane sono state rappresentate da Martina Lombardo: l’agrigentina ex Lazùr, quest’anno leader a Patti, si è fermata anche lei al primo turno. Giocava con Anna Bambini, Sara Zavagnini e Jeannette Guilavogui in un team proveniente da tutt’Italia.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*