C Gold dovunque, ma non nelle Isole

Anche una squadra calabrese farà la C Gold… Sardegna e Sicilia ancora fuori dal gradino intermedio tra C Silver e B… Un bene o un male?…

Le partecipanti al girone di C Gold della Campania (grafica ASD Angri Pallacanestro)

Con l’inserimento di Catanzaro, Venafro e Isernia nel girone campano di Serie C Gold, solo la Sicilia e la Sardegna rimangono senza la versione “dorata” della quarta serie, senza un gradino intermedio tra C Silver e B. Tutte le regioni minori in cui si organizzano solo Serie D o C Silver hanno uno sbocco in una C Gold, eccetto le due Isole maggiori. Peraltro, ancora non si sa come saranno organizzati quest’anno gli spareggi nazionali (rimandano a future comunicazioni le Doar nazionalipag. 36 – e regionalipag. 13).

Le finali che hanno premiato da ultime l’Alfa e la Torrenovese hanno dimostrato i loro limiti e quest’anno almeno cinque team siciliani puntano alla promozione: soltanto arrivare a quello stretto “collo di bottiglia” sarà arduo. Da un lato, questa soluzione semplifica costi ed evita un livello nell’ascesa alle serie nazionali, premiando la Sicilia considerando che finora almeno una squadra l’anno è riuscita a salire. Dall’altro impedisce di disputare campionati “propedeutici” al salto nei tornei nazionali – cioè più competitivi.

L’esperienza dell’Alfa dimostra come lo sbocco in un campionato intermedio tra B e C Silver possa servire, però negli ultimi anni se n’è parlato tanto senza mai arrivare a una soluzione vera. Nel 2016, si capì che organizzare un girone siciliano sarebbe stato impossibile (questione di numeri); nel 2017 si parlò di un possibile sodalizio Sicilia-Calabria per organizzarla, ma non se ne fece nulla. Ci saranno novità in futuro?

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*