Guerra: «Obiettivi chiari, niente proclami»

Inizia la stagione 2019-2020 dell’Alfa… I nuovi acquisti e i presenti al raduno… Torrisi: «L’obiettivo è rivedere i palazzetti pieni»…

Raduno e primo allenamento al PalaCus. E’ cominciata, ieri sera, la nuova stagione dell’Alfa Basket Catania. La squadra rossazzurra ha iniziato la preparazione agli ordini del riconfermato tecnico Massimo Guerra coadiuvato da coach Aldo Calabrese e dal preparatore fisico Massimo Privitera. Giocatori subito in campo impegnati in esercizi atletici e con il pallone. Cinque i nuovi cestisti: Robertin Legend, Angelo Luzza, Alberto Marzo, Roberto Saccà e Andrea Cicero. Confermati Marco Consoli, Luciano Abramo, Gabriele Patanè, Giuliano La Spina e Nicolò Mazzoleni. Al gruppo sono stati aggregati anche i giovani Luca Cantarella, Federico Politi, Alessandro Di Stefano e Michele Esposito. Oggi doppia seduta di allenamento sempre al PalaCus della Cittadella Universitaria. Anche quest’anno continua il progetto AlfaCus, che punta alla valorizzazione dei giovani cestisti catanesi.

“Per il secondo anno si ripete la partnership tra Alfa e Cus Catania – dichiara il Commissario del Cus, Luigi Mazzone -. Crediamo che il progetto possa funzionare e siamo fiduciosi al di là delle categorie e dei risultati sul campo. Ci deve essere una visione lungimirante che guarda anche oltre Alfa e Cus. E’ un progetto per il basket catanese. Crediamo che insieme si possa costruire qualcosa di importante. Come Cus Catania abbiamo la volontà di proseguire questa collaborazione. In questa stagione disputeremo la Serie C con le nostre due squadre e abbiamo un settore giovanile importante, che speriamo possa crescere sempre di più e contribuire a portare Catania nei palcoscenici cestistici che merita”.

Il Presidente dell’Alfa Basket Catania, Nico Torrisi afferma: “I presupposti sono gli stessi delle altre stagioni. Lavoro duro, come si è fatto tutti gli anni. La cosa più importante è continuare ad investire sul settore giovanile. Lo stiamo facendo con ancora maggiore intensità insieme al Cus Catania. Il progetto AlfaCus resta al primo posto. Chiaramente vogliamo disputare una serie C importante sia con l’Alfa sia con il Cus. L’obiettivo è rivedere finalmente i palazzetti pieni di gente che viene a tifare e naturalmente ci aspettiamo che i ragazzi facciano molto bene. Confidiamo che si possa fare una bella annata sportiva dalla quale ci aspettiamo soddisfazioni intanto e prioritariamente dalla crescita del settore giovanile”.

Il Direttore tecnico di AlfaCus, Gaetano Russo non ha dubbi: “Vogliamo ripartire dalla stagione scorsa sicuri che sarà migliore di quella passata. Chi pratica sport sa benissimo che possono capitare stagioni positive e stagioni negative. Noi stiamo lavorando per rendere quest’annata sportiva importante e permettere che il progetto AlfaCus, mirato ai giovani catanesi, vada avanti nel miglior modo possibile”.

Coach Max Guerra è carico: “L’obiettivo è far crescere il nostro movimento AlfaCus. Noi come prima squadra abbiamo una grossa responsabilità quella di far da traino per tutto il settore giovanile. Quindi dare l’esempio ai nostri ragazzi, entrando in campo e lottando con uno spirito propositivo che possa aiutarli a crescere. Inoltre puntiamo a valorizzare i giocatori più giovani, già nell’organico della prima squadra, come Mazzoleni, Patanè e La Spina. Vogliamo disputare un buon campionato in serie C. Non facciamo proclami, ma abbiamo chiari in testa i nostri obiettivi. Lavoriamo per crescere e migliorare. Bisogna arrivare pronti alle partite che contano”.

 

Addetto stampa

Alfa Basket Catania

Umberto Pioletti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*