Acireale, in 12 partono per l’esordio a Gela

Coach Angirello conterà anche sull’ex Gravina Attanasio… Gela, matricola rinnovata nei ranghi… Convocati anche i nuovi Prudente e Bertona…

Domenica 6 ottobre alle ore 18.00 a Gela presso la palestra ITIS di Via Pitagora, salto a due tra i padroni di casa del Melfa’s Gela ed il Basket Acireale. Inizierà così il Campionato di Serie C Silver 2019-2020 della compagine acese. Torneo che si preannuncia interessante e su un livello superiore a quello precedente dato che tutti i quintetti hanno rafforzato i propri roster. Una sola squadra vincente sulle 14 partecipanti staccherà il pass per gli spareggi per la Serie B, l’ultima classificata retrocederà direttamente mentre un’altra retrocessione arriverà dai playout che saranno disputati dai team classificati dal 10° al 13° posto.

Sulla scorta dei risultati della passata stagione possiamo immaginare una ipotetica griglia di partenza ove collocare in pole position l’Alfa Catania con la compagnia di Alcamo, Ragusa e Barcellona. Subito a ridosso Fortitudo Messina, Basket School Messina e Orlandina Lab. A seguire Cus Catania, Multifidi Comiso, Gravina, Adrano, Gela, Giarre e Basket Acireale con tutte le possibili sorprese da scoprire dietro l’angolo.

Per il Basket Acireale, dunque, esordio a Gela.Gara impegnativa quella che attende i granata di coach Angirello contro un Melfa’s Basket Gela abbastanza rinnovato nei ranghi. Coach Bernardo ha dalla sua l’esperienza dei veterani Cavallo, La Rosa e Ventura. A questo trio si aggiunge un quartetto di giovani atleti d’oltralpe ed i 200 centimetri dell’ala-pivot Wilson, oltre all’ultimo arrivato in casa biancorossa quale il play Amoruso.

Acireale si presenta a questo appuntamento con i seguenti atleti: Andrea Cerame, Giorgio Gulisano, Andrea Patanè, Enrico Panebianco, Martins Berzins, Giacomo Prudente, Giacomo Antronaco, Igor Khomyn, Andrea Venticinque,Luca Venticinque, Matteo Bertona e Livio Attanasio cui aggiungere 4-5 elementi del 2003 e 2004. Un Basket Acireale intenzionato a fare bene, migliorare le proprie capacità tecniche individuali e di squadra e soprattutto dare un riferimento concreto e preciso alla attività giovanile da svolgere nella stagione.

ba

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*