Tornei minibasket, giovani gravinesi in evidenza

Esordienti e Aquilotti in campo in un quadrangolare tra Sport Club, Aretusa, Ragusa e Battiati… Minnella: «Obiettivo: compiere il salto di qualità»…

Ha avuto palpabile successo e suscitato grande entusiasmo il doppio torneo organizzato dallo Sport Club Gravina e riservato alle categorie esordienti (palazzetto di via Don Bosco) e aquilotti (palestra della scuola Rodari). È stata  un’occasione unica per consolidare gli ottimi rapporti della società con le splendide realtà cestistiche dell’Aretusa Siracusa, della Virtus Ragusa e della vicina Olimpia Battiati che hanno apprezzato molto l’iniziativa e l’opportunità di confronto. Tra gli esordienti Ragusa ha vinto tutte le gare, mentre nella categoria aquilotti Gravina e Ragusa hanno dato vita ad una bella finale, equilibrata e combattuta che si è conclusa in assoluta parità (di quarti e punti), dove numerose individualità si sono messe in evidenza.  In prospettiva ha sorpreso la fisicità dei giovani aretusei, mentre nel Battiati Zingales ha mostrato caratteristiche che sembrano destinarlo a palcoscenici importanti. 

Grande merito per il successo della manifestazione va alla macchina organizzativa con lo staff tecnico al completo. Tutti attivamente presenti gli istruttori: Rosario Sfragaro, Gianluca Spina (che ha curato il torneo aquilotti insieme a Marianna De Fino), Giuliano La Mantia, Carmelo Gullotti e il preparatore fisico Marco Lo Faro. Appassionata la partecipazione dei dirigenti, genitori e giocatori delle altre squadre giovanili dello Sport Club Gravina. A monte, come sempre, si è rivelato  prezioso il contributo del presidente Natale De Fino e del DS Cinzia Genualdo.

Il motore del progetto Gravina è sempre Carmelo Minnella che continua da quasi vent’anni a sfornare gruppi  e giovani di qualità: Florio, Spina, Genovesi, La Mantia sono i nomi di giocatori del vivaio approdati all’attuale prima squadra, senza dimenticare Zafarana, Puglisi, Di Mauro, Duscio (solo per fare alcuni nomi), tutti protagonisti di un grande percorso coronato da tanti titoli provinciali e regionali per lo Sport Club Gravina. Infine i più giovani Dore (oggi all’Orlandina), Maccarrone, Venticinque e Di Benedetto svezzati e formati al San Luigi e con i quali ha disputato nel 2017 le finali nazionali del 3vs3 under 15.

Minnella si dice entusiasta del percorso di crescita: «L’entusiasmo dei ragazzini è contagioso, li osserviamo con ottimismo, sensibilizzando lo spirito di appartenenza, mirando alla crescita del giocatore e ancora di più allo sviluppo delle personalità; si cresce step by step in un contesto di sano e positivo divertimento. Nelle ultime categorie del settore giovanile ci sono molti giovani che bussano alle porte della C e sto cercando con i coach Spina e Gullotti di far compiere loro l’ultimo salto di qualità per il definitivo approdo in prima squadra. Più in basso notevoli i miglioramenti dei gruppi under 16 e 15, curati da coach Davide Aretino (assistito da Paglia) che lavora in simbiosi con il preparatore fisico Marco Lo Faro. I gruppi dei più piccoli continuano a migliorare e l’obiettivo è quello di aumentare le capacità dei ragazzini in un clima di divertimento, in questo senso è encomiabile l’abnegazione che gli istruttori Rosario Sfragaro, Gianluca Spina, Giuliano La Mantia e Marianna De Fino mettono a disposizione dei giovani cestisti. Ci vorrà tempo per far tornare il settore giovanile ai fasti del recente passato ma siamo sulla strada giusta».

Comunicato stampa Sport Club Gravina

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*