Poco spettacolo tra Cus e Adrano, finisce 59-51

Primo quarto finito appena 7-8… Panchina lunga e grinta finale arma in più per i Guadalupi-boys… Cuius spinge al break finale di 20-4…

Cus Catania-Adrano 59-51

Cus Catania: Lo Faro 21, Arcidiacono 2, Nardi, Cuccia 6, Corselli 9, Di Mauro 3, Corallo ne, Vasta, Pocina, Pennisi 9, Cuius 9, Fichera. All.: Guadalupi.
Sporting Club Adrano: Edwards 14, Lorenzo Medina 8, Russo 13, Ricceri 4, Bascetta D. 7, Zachow Fernandez 5, La Manna ne, Amoroso, Sangiorgio ne. All.: Bonanno.
Arbitri: Puglisi e Sapuppo.
Parziali: 7-8, 18-22, 31-37.

 

Cus e Adrano mettono in scena la tipica partitaccia: tra tabellate, air ball, palle perse e falli, a vincere è la squadra che nel finale sbaglia meno. Con un break da 20-4, il Cus si è ripreso dopo essere scivolato anche sul -10, sotto i colpi di un ritrovato Damiano Russo. È un momento difficile per gli adraniti, falcidiati dagli infortuni e ieri caparbi fino all’ultimo, malgrado i grandi errori degli stranieri; pagano la panchina lunga e la grinta finale dei ragazzini terribili di Guadalupi. Protagonista è stato Federico Lo Faro, immarcabile, ma soprattutto il play Federico Cuius, che spinge alla carica i suoi compagni nel finale con grinta difensiva e offensiva.

 

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 18/11/2019

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*