Nico Torrisi: «Alfa-Cus, bellissimo gruppo»

Il presidente dell’Alfa traccia un punto di fine anno dell’attività del progetto senior e giovanile… «Guerra, avere il papa straniero paga»… Arriverà Giorgio Chisari…

L’Alfa Basket sta vivendo un Natale in vetta alla classifica di C Silver con la formazione senior e con il primo posto dalle formazioni giovanili del progetto Alfa-Cus U18, U16, U15 ecc, U14 e U13: meglio non poteva chiedere da un 2019 iniziato male ma proseguito in crescendo. La sinergia con la formazione cussina procede, grazie anche alla supervisione di coach Massimo Guerra, a capo dell’attività giovanile, e di Carmelo Carbone e Gaetano Russo, che coordinano l’intero progetto. È così che il presidente alfista Nico Torrisi si prepara ora al big match di sabato prossimo contro Ragusa.

La stretta di mano tra Mazzone e Torrisi (foto G. Lazzara)

«Sono contento per quello che stanno facendo i ragazzi, vedo un bellissimo gruppo – ci spiega Torrisi –. È un gruppo forte, guidato da uno staff tecnico che lavora benissimo sotto l’égida di Carmelo Carbone. Sono soddisfatto! La partita contro Ragusa sarà da affrontare con tranquillità: la Virtus è la squadra che ha dichiarato che vuole vincere il campionato, quindi giochiamo tranquillamente una partita importante ma non più di tante altre».

Le squadra, che è stata costruita su una base catanese con i rinforzi Luzza e Clifford-Robertin, non è stata campionessa d’inverno solo per la sconfitta subìta alla prima giornata contro Ragusa. Da allora, sono arrivate solo vittorie per Consoli e compagni. «Mi aspettavo d’essere qui, senza ipocrisie – prosegue Torrisi –. È una squadra fatta di ragazzi per bene, ha una grande chimica. Lo speravo! A fine gennaio si aggiungerà a noi anche Giorgio Chisari, un altro catanese, ragazzo pulito prima di un bravo atleta. Si saprà inserire». L’ex lungo del Cus Catania è di ritorno dopo aver studiato all’estero e allungherà le rotazioni delle ali alfiste.

La formazione Under-15 d’Eccellenza dell’Alfa-Cus

Le squadre giovanili del progetto Alfa-Cus sono in corsa in cinque campionati giovanili su sette, con la formazione U15 d’Eccellenza reduce da una vittoria altisonante contro la rivale diretta. «Il progetto Alfa-Cus – riprende il presidente –  era e resta al centro del progetto allargato dal punto di vista sportivo. Il presidente del Cus, Luigi Mazzone, ci ha creduto in tempi non sospetti, pur venendo da un altro sport, e sono contento di ciò che si sta facendo. Si sta creando anche un bell’ambiente. È curioso che per il derby di Serie C ci sia stato un “tifo silenzioso”: nessuno s’è sentito di fare il tifo a favore o contro. Il palazzetto era strapieno di tifosi dell’Alfa-Cus e anche il terzo tempo è stato un bel momento».

Il presidente è anche soddisfatto della scelta di affidare a coach Guerra la supervisione del settore giovanile. «Aver preso un papa straniero è sicuramente un progetto che paga – chiude Nico Torrisi –. Abbiamo un bel mix di allenatori giovani ed esperti, a cominciare dalla prima squadra in cui Guerra è affiancato da Carlo Vaccino e Aldo Calabrese; i nostri allenatori delle giovanili possono tutti allenare senior, sono eccellenti, come Davide Di Masi che oggi è all’Armerina di Serie D».

Roberto Quartarone

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*