Dramma Adrano: perde lo “spareggio salvezza”

La giovanissima Orlandina Lab vince di 12, trascinata dai suoi stranieri… Non bastano 44 punti di Hafeez Abdul… Non tutto è perduto…

Adrano – Orlandina Lab 83-95

Adrano: Abdul 44, Bascetta M. 12, Edwards 4, Russo 2, Ricceri 1, Bascetta D. 10, Alescio ne, La Manna, Ampomah 10, Sangiorgio ne. All.: Bonanno.
Orlandina Lab: Ellis 25, Ravì 2, Lo Iacono 3, Teirumnieks 23, Spada ne, Triolo 13, Triassi 10, Klanskis 19, Longo, Carini ne, Manera G. ne, Dore. All.: Brignone.
Arbitri: Fiannaca e De Cillis.
Parziali: 26-22; 50-43; 67-64.

Abdul Hafeez (foto Romano Lazzara)

Che l’Orlandina Lab si sarebbe rinforzata era indubbio, ma nessuno s’aspettava che avrebbe avuto un cambio di marcia così. L’inserimento del play-guardia inglese Quinn Ellis e della guardia lettone Rihard Teirumnieks, entrambi Under-17 e nazionali giovanili, colma i vuoti offensivi di una squadra che difensivamente logora gli avversari con l’intensità, contenendo per 25′ e poi sferrando un attacco massacrante.

Adrano è nel dramma: Hafeez Abdul e Filippo Ampomah hanno aumentato il potenziale dei bianconeri, addirittura l’ala inglese mette a referto 44 punti, ma non bastano per l’intensità messa in campo dagli avversari. Sembrava il giorno giusto: niente nervosismo, precisione, tifo in tribuna e giusta rabbia agonistica. Tutto bello fino a inizio quarto quarto, quando si spegne la luce. 2-21 di break e partita finita, inizia a non entrare più nulla e il morale crolla sotto i tacchi.

Non tutto è perduto, malgrado la sconfitta spareggio salvezza allontani la zona play-out (potrebbe non bastare vincere la metà delle prossime otto partite); il ritorno in campo di Aronne Alescio e Giorgio Leanza allungherà il roster. Ma ci sarà comunque bisogno di uno scatto d’orgoglio straordinario. 

Roberto Quartarone

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*