L’impresa della Rainbow di coach Bianca
«Il lavoro delle ragazze fa la differenza»

Il coach loda le sue cestiste dopo la vittoria su Patti… «Il nostro impatto psicologico chiave della partita»… «L’obiettivo rimane far crescere le ragazze»…

La Manna contro Craciun (foto Sabrina Malerba)

«Brave le ragazze!» Coach Andrea Bianca vuole concentrare subito l’attenzione sulle sue cestiste, reduci dalla netta vittoria sulla rivale per la vetta della Serie B femminile. Rainbow – Alma si è chiuso con un +21 che ha ribaltato lo scontro diretto dell’andata e cambiato le carte in tavola per la rincorsa ai play-off. La vittoria, che non decide ancora nulla nella corsa verso la post season, premia il lavoro del coach, che ha avuto un impatto estremamente positivo nella stagione del suo rientro nella femminile.

«Il lavoro delle ragazze ha fatto la differenza – spiega –, sono state bravissime e disponibilissime. Venivamo da un periodo difficile, con vari acciacchi, che si stanno susseguendo e ci costringono ad allenarci a ranghi ridotti. Le under ci hanno dato la disponibilità di allenarci in un numero giusto. Ci siamo sacrificati tutti, qualcuna giocando fuori ruolo. La Rainbow di quest’anno ha molta versatilità».

Patti è stata l’unica squadra che d’estate ha espressamente dichiarato la volontà d’andare in A2. Considerando che quest’anno solo la vincente dei play-off andrà alle finali nazionali, la vittoria delle catanesi incrina qualche certezza delle avversarie. «Ho trovato una squadra che ha lottato – prosegue Bianca –. Patti è e rimane una squadra forte, con una struttura completamente diversa. Allo stesso tempo preferisco osservare che le mie ragazze hanno avuto un impatto psicologico importante, chiave della partita».

Ashley Engeln (foto Sabrina Malerba)

Il merito principale di coach Bianca è aver creato le motivazioni giuste in un gruppo che sta affrontando un campionato finora senza sussulti. La squadra infatti ha sempre vinto, eccetto nella sfida d’andata contro le pattesi. «Noi abbiamo un obiettivo ambizioso – puntualizza l’allenatore –, quello di far crescere tutte le ragazze a disposizione. Prova ne è che, malgrado la prova eccezionale di tutte le senior, contro Patti ha avuto spazio anche l’Under-18 Giorgia Cocina. Stiamo continuando a perseguire questo obiettivo e lo continueremo a fare per tutti i play-off».

E come si arriverà ai play-off? «Per la cronaca, ci sono tre giornate di stagione regolare, ma c’è anche la fase orologio in cui re-incontreremo Patti. Il che significa che anche un’ipotetica griglia dei play-off è da definire», chiude l’allenatore siracusano.

Roberto Quartarone

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*