Campi a Catania, il PalaCatania di nuovo off limits

Un canestro di Agosta al PalaCatania nello scorso campionato di Serie B (foto Romano Lazzara)

Continua la via crucis dei campi pubblici a Catania. Per tutto marzo, il PalaCatania sarà indisponibile e l’Asd L’Elefantino probabilmente dovrà giocare in trasferta il resto dei tornei giovanili. Il problema riguarda anche anche altre squadre sportive, tra cui la Meta Catania di Serie A di calcio a 5 che si trasferirà al PalaVolcan per almeno due gare.

Nel corso dell’anno, varie altre problematiche hanno tarpato le ali alle società che usufruiscono dell’impianto. La Lazùr peraltro ormai si è trasferita altrove e anche la PGS Sales si allena e gioca tra PalaLeonardo e istituto Ventorino.

«Il campo è occupato – ci spiega Pippo Vittorio, presidente de L’Elefantino – perché c’è un’infrastruttura che non può essere smontata, almeno fino a fine mese; ufficialmente anche il motore di un canestro è rotto. A questo punto, probabilmente ci toccherà giocare in trasferta tutte le gare. Certo è che fare pallacanestro così è impossibile, non si può dare continuità perché a Catania non ci sono campi». In realtà ci sarebbero, ma PalaGalermo e PalaZurria continuano nella loro situazione di stallo: sono esternalizzati ad Asd Blue Angels e Cis, ma non ci si può giocare perché senza omologazione.

Roberto Quartarone

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*