Gravina e Cus continuano sulla linea del vivaio

Niente giovanili d’Eccellenza per le due formazioni etnee… De Fino vuole cedere la società, comunque iscritta e senza debiti… Il roster dei cussini dipende dalle mosse di Acireale…

Primi spunti dalle squadre etnee di Serie C2. Cus Catania e Gravina continueranno il loro profilo “basso” (si fa per dire, dato che al momento dar fiducia ai propri giovani a questo livello è l’unica soluzione possibile per chi non ha “magnàti” alle spalle) puntando tutto sul proprio vivaio e iniziano ad arrivare alcune indicazioni su come affronteranno il prossimo campionato.

Lo Sport Club è costretto a ridimensionare ancora. Il presidente Natale De Fino, logorato dopo 25 anni in prima linea, cerca qualcuno disposto a rilevare la società, comunque iscritta alla C2 e senza debiti. Qualsiasi sia la conclusione della vicenda societaria, la prima squadra continuerà con lo stesso registro dell’ultima stagione (solo elementi del vivaio in campo, con Verzì eventualmente unico senior).

Dopo aver raggiunto il top storico a livello giovanile (lo scorso anno ha vinto il titolo regionale l’U17 Ecc., ma gli etnei sono una presenza fissa nei campionati d’Eccellenza e agli interzona da varie stagioni), si farà un passo indietro non iscrivendo le squadre ai campionati d’Eccellenza. I ragazzi del gruppo U15 disputeranno il campionato con la fascia d’età superiore, per giocare più partite e crescere ulteriormente. Almeno quattro gruppi, comunque, hanno le potenzialità per concorrere per la vittoria del titolo regionale.

Anche il Cus esce di scena dai campionati d’Eccellenza, anche se avrebbe fatto l’Under-19 se si fosse raggiunto il numero minimo d’iscrizioni. L’Acireale, con cui rimane il forte accordo basato sul settore giovanile, farà invece l’Under-15 d’Eccellenza. Per la prima squadra, proprio dal mercato degli acesi dipenderà il roster della formazione di Serie C2. Considerando il nuovo registro dei granata, saranno più dello scorso anno gli under che giocheranno in doppio tesseramento e qualcuno potrebbe anche approdare al PalaVolcan a tempo pieno. L’esperienza di Gaetano Russo in panchina, comunque, dovrebbe proseguire.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*