U19, il Cus Catania si ferma in semifinale

Passa l’Orlandina, che si disputerà il titolo contro Trapani… Malagò: «Prime partite in cui eravamo al completo»… In stagione regolare, quinto il Gravina, seguono le altre…

2014-042_Under19Semifinali

classu19mIl massimo campionato giovanile siciliano si avvia alla conclusione. Con le semifinali disputate tra sabato e lunedì, da Ragusa, Cus Catania, Trapani e Orlandina sono venute alla luce le due formazioni che si contenderanno il titolo regionale: Trapani e Capo d’Orlando. Entrambe disputeranno la fase interzona (la prima contro Viola, Trinitapoli e la prima della Toscana, la seconda contro Mola, New Basket Roma e la prima dell’Umbria). Le finali nazionali del Trofeo Mario Delle Cave si terranno dal 5 all’11 maggio a Grado (Gorizia).

Usciti sconfitti nella rivincita della partita che li laureò campioni lo scorso anno (48-60 in casa, 52-68 al PalaFantozzi), i ragazzi del Cus Catania hanno comunque tenuto alta la bandiera, disputando un’ottima gara-1 contro l’armata paladina. In campionato, inoltre, hanno ceduto il passo solo al Basket Club Ragusa, sopravanzando l’altra big della scorsa stagione, l’Aretusa, che ha chiuso al quarto posto. È una squadra interamente schierata anche in Serie C2, guidata dagli esterni Arena, Abramo, Dinicola, Leonardi, Pennisi, Sgroi e Sigillo e dai lunghi Bonaccorsi, Fichera, Sigillo, Cuccia e Chisari.

strati_abramo_cus-orl_rquartarone
Luciano Abramo difende su Marco Strati (foto R. Quartarone)

«È andata bene nel girone d’andata – spiega l’allenatore Rubens Malagò prima della semifinale d’andata contro i nebroidei – perché abbiamo perso solo contro gli iblei. Al ritorno abbiamo registrato una flessione, sono arrivate tre sconfitte, complici anche alcuni infortuni. Ora ci siamo ritrovati: è la prima partita in cui siamo al completo! Lo spareggio contro Bagheria è andato bene perché siamo riusciti a bloccare i loro due elementi migliori, tra cui Ducato, e al ritorno loro erano spenti».

Nel girone di prima fase ha chiuso quinto il Gravina, tenendo a bada tutte le altre squadre etnee: in fila, Giarre, PGS Sales, Alfa, Acireale, Riposto e Adrano. Alla 18a giornata, è stato invece escluso dopo due rinunce consecutive Paternò, le cui gare sono state annullate.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Si ringrazia Valentino Criscione per la collaborazione

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*