Sorpresa: Tremestieri sbanca Paternò!

In gara-1 di finale i biancorossi perdono l’imbattibilità casalinga… Ospiti avanti, rimontati nel terzo periodo… Di Crimi su assist di G. Gullotti il canestro decisivo…

Paternò-Tremestieri 51-53
Parziali: 7-12, 17-24 (10-12); 42-40 (25-16), 51-53 (9-13).
Palestra di via Bologna di Paternò, 21 maggio, 20:00

Basket Club Paternò: Musumeci, A. Rao 10, T. Rao ©, Santangelo ne, Giuffrida ne, Caserta ne, Santanocito 7, Asero 8, Cosentino 6, Fiorito 13, Emanuele 4, Bertolo 3.
Progetto Basket Tremestieri: Lazzara 4, Grasso 4, Marino, Famoso © 4, Spina, Petrone, Mandarà 1, Patti 8, Crimi 11, Riccobene 2, Boschi 19, G. Gullotti. All.: C. Gullotti.
Arbitri: Fichera e Parisi. Udc: Cosentino e Calcagno.

La gara-1 di finale play off della Promozione si chiude con la vittoria in trasferta del Tremestieri al termine di una partita tiratissima sin dalla palla a due. Si parte con un parziale di 5- 0 per Paternò tutto firmato Fiorito, poi la formazione ospite giudata da Boschi (6 punti nel primo quarto) rientra e con un contro parziale di 12 a 2 arriva sopra di 5 lunghezze al 10′.

Le difese prevalgono sugli attacchi. Paternò pressa i portatori di palla e i tiratori del Tremestieri; dall’altro lato si chiude l’aria contro i lunghi paternesi. Si va all’intervallo lungo sul 17-24, ma al rientro dagli spogliatori Paternò gioca  con il piglio giusto. Due bombe di Alessandro Rao e i piazzati di Santanocito fanno un parziale di 25 a 16: Paternò va sul più 2.

Tremestieri stringe nuovamente la difesa e prende un infinità rimbalzi grazie a Patti (autore di una prova encomiabile) e Crimi che si fa trovare al posto giusto nel momento giusto. Sul più uno per Paternò Giovanni Gullotti recupera palla e mette Crimi in condizione di segnare il più uno a 34 secondi dalla fine della partita. Paternò cerca di attaccare ma non c’è nulla da fare: Boschi prende il rimbalzo e la partita finisce con la vittoria Tremestieri e la prima sconfitta stagionale per Paternò in casa.

«La difesa ci ha permesso di limitare le bocche da fuoco paternesi – esulta coach Carmelo Gullotti –, bravi a sacrificarci sempre. Tutti hanno dato il contributo che speravo, ma ancora non abbiamo fatto nulla: Paternò è forte e domenica verrà da noi a dar battaglia come sempre. Sono orgoglioso di questo gruppo!»

R.B.C.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*