Scatta la corsa ai due posti per la Serie C

Sabato in campo Priolo-BS Messina, Grottacalda-Balestrate, Agatirno-Alfa e Torrenovese-Adrano… Torrisi: «Massima fiducia nella squadra»…

Otto squadre per due posti nella prossima Serie C Silver: iniziano domani i play-off della Serie D siciliana, con le semifinali che fanno incrociare le prime due di un girone contro le terza e la quarta dell’altro girone. Si gioca su andata e ritorno ed è dunque previsto il pareggio: farà la differenza il quoziente canestri al termine degli 80’ regolamentari. Le due finali, invece, si giocheranno al meglio delle tre gare (come nella miglior tradizione cestistica).

Si parte sabato 12 marzo alle 18 Priolo-BS Messina, alle 18:30 Grottacalda-Balestrate, alle 19 Agatirno-Alfa e Torrenovese-Adrano. Sabato 19 e domenica 20 si gioca a campi invertiti, mentre le finali si disputeranno il 3 e il 10 aprile, eventuale bella il 17 aprile (con gara-1 e 3 in casa della meglio classificata al termine della regular season).

Le quattro squadre provenienti dal girone orientale hanno poco da invidiare a quelle dell’altro raggruppamento. Ha vinto il girone occidentale il Bk. School Messina, allenato da un tecnico di lungo corso come Dani Baldaro e che schiera molti ex Amatori Messina dei tempi della C1; c’è anche Gigi Russo, il pivot già bandiera dell’AciBasket. È finita seconda solo per lo scontro diretto la Fortitudo Balestrate, che conta su dei marpioni ex Aquila Palermo come André, Calò e Tagliareni. Terza è Torrenova, allenata da Max Fiasconaro e guidata in campo, da gennaio, da Simone Albana, entrambi abituati ad altri palcoscenici. Chiude la griglia dei play-off la Nuova Agatirno, società satellite dell’Orlandina che avrebbe voluto partecipare alla C Silver e conta su giovani di prospettiva nazionale come Ihring, Babilodze e Giorgio Galipò, oltre a Bryant Inoa Piantini, capocannoniere del girone Est strappato all’Acireale.

Gli avversari dei giovani paladini sono i ragazzi della Polisportiva Alfa Catania, allenati da Davide Di Masi e dominatori incontrastati del proprio raggruppamento. «Ho la massima fiducia nella squadra – dichiara il presidente Nico Torrisi – e infatti ringrazio tutti, dai dirigenti ai giocatori, per quanto hanno raggiunto finora. So anche che metteranno il massimo impegno nei play-off». Finora raramente la squadra etnea ha sudato, ora dovrà ridurre al minimo le sbavature e ottenere il massimo dalle sue stelle: la panchina lunga e l’esperienza sono le armi in più. Ha chiuso secondo l’Adrano di Vincenzo Castiglione: gruppo solido e rodato, giovane e ben radicato sul territorio. Le prestazioni sopra la media di Russo, Ricceri e Bulla possono spostare gli equilibri. Situazione simile a Piazza Armerina: il Grottacalda di Maurizio Barravecchia ha trovato in Marco Ciancio il finalizzatore e in Filetti e Ale Ciancio i veterani sempreverdi. Ultima qualificata è la Salusport di Gino Coppa, sostenuta dall’infallibile vecchia guardia, cioè Giuseppe Bonaiuto, Seby Nicita e Carmelo Santaera.

Roberto Quartarone
da La Sicilia

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*