Di Bella e l’importanza del confronto al TdR

Il vice allenatore parla della squadra U-14 che sta disputando il trofeo a Bologna… «Squadra con margini come gruppo»… L’importanza di «girare, parlare e scoprire»…

Giovanni Di Bella, sulla sinistra (foto R. Quartarone)
Giovanni Di Bella, sulla sinistra (foto R. Quartarone)

Federico Vallesi e Andrea Bianca lo hanno scelto come assistente allenatore della selezione maschile siciliana al Trofeo delle Regioni: è il giusto premio per Giovanni Di Bella, quest’anno referente tecnico per la provincia di Catania e motore del settore giovanile giarrese, sull’asse Centro TT Pallacanestro/Basket.

«Il Trofeo delle Regioni è un’esperienza fondamentale per la crescita dei ragazzi perché possono confrontarsi con realtà molto forti – spiega –. Fa la differenza l’aver partecipato ad altri tornei importanti come il Bulgheroni perché permettono di confrontarsi con squadre rappresentative regionali che sicuramente arriveranno tra le prime».

Coach Bianca ha definito la squadra «piccolina» e «ci sarà molto da lottare»: «Sì, la squadra ha pochi centimetri – riprende Di Bella – però ha grandi margini come gruppo: si regge sulla coesione più che sulle individualità di spicco».

Saccone e Di Bella (foto R. Quartarone)
Saccone e Di Bella (foto R. Quartarone)

Di Bella e Alberto Saccone (che abbiamo presentato pochi giorni fa) sono i rappresentanti del vivaio gialloblù di Giarre: «Per me è una grandissima soddisfazione essere presente – afferma il coach – perché ho la fortuna di poter girare e conoscere tanta gente, poter parlare e scoprire. È importante anche essere a contatto con gente importante come i tecnici Bianca, Vallesi e Gebbia e il preparatore Sigillo. I risultati ottenuti in questi tre anni dal settore giovanile a Giarre hanno avuto in Andrea Di Maio (già vincitore del Torneo del Mediterraneo, ndr), Lorenzo Nicolosi (visto al monitoraggio 2003, in prestito alla Leonessa Brescia da gennaio, ndr) e Alberto Saccone tre individualità che ci danno soddisfazioni».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*