L’indelebile ricordo di Francesco

In archivio anche il 6º Memorial Arcidiacono, vinto dal Cus Catania… Gli amici presenti e la tribunetta affollata… Commozione e risate…

La preghiera per Francesco recitata dalla madre (foto R. Quartarone)

La memoria di Francesco Arcidiacono è indelebile, i suoi amici ne parlano e lo festeggiano come a un compleanno: un po’ d’emozione, ma anche risate e una festa di tanti bimbi che si ritrovano per la prima volta sotto lo slogan «L’importante è continuamente… sempre!» La palestra del Leonardo da Vinci quest’anno accoglie gli Esordienti del Cus Catania, della Polisportiva Alfa e dello Sport Club Gravina, oltre che tutti gli amici di sempre che rimettono calzoncini e canottiere e danno spettacolo.

Per la sesta edizione, accanto alla famiglia e a Gino Dinicola, da sempre in prima linea nell’organizzazione, hanno dato una grossa mano anche la dirigenza dell’Alfa, Nico Torrisi, Davide Di Masi, Gigi Angirello e Gaetano Russo. Proprio quest’ultimo esce alla fine del torneo vincitore, con la targa del primo posto con i suoi 2005 cussini; al secondo posto hanno chiuso i padroni di casa, al terzo i gravinesi.

Gaetano Russo riceve il premio per la prima classificata (foto R. Quartarone)

Alla fine del triangolare, tutti i giocatori, i tecnici, gli amici e le famiglie che affollano la tribunetta partecipano al momento di preghiera, con momenti di commozione seguiti però dalle risate e dai sorrisi della premiazione e delle foto di gruppo.

Infine, ecco i vecchi amici sempre protagonisti in campo: Marchesano, Esposito, Mangano, Politi, Marino, Pucci, Cutugno… fischia Cristina Luca e tutti celebrano Francesco nel modo migliore, in campo, palla in mano, in amicizia.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Le edizioni precedenti: 2010, 2011, 2012, 2013, 2014.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*