U-15, al San Luigi la sfida per il terzo posto

Superato di 7 punti il Siracusa Bk… Minnella: «Partita bella e a tratti spettacolare»… «E. Venticinque, Dore e Maccarrone i più pronti per la prima squadra»…

Siracusa Bk – San Luigi 52-59

Siracusa Basket: Sindoni 10, Messina 21, Romeo 4, Armeri 6, Malvaso 8, Salvo Federico 4, Mameli 1, Motta, Salvo Daniele. All.: Bianca. Vice: Valora.

San Luigi: Maccarrone 18, Venticinque Edoardo 14, Russo 7, Dore 12, Greco 2, Venticinque Bruno 6, Di Benedetto, Cantarella, Cavallaro, Amariorei. All. Minnella

Al termine di una bella ed emozionante, ben giocata da entrambe le squadre, gli under 15 del San Luigi vincono nel difficile campo del Basket Siracusa, diretta concorrente per il terzo posto, per 52-59.

I sanluigini si presentavano in formazione rimaneggiata per le assenze di Matteo Battaglia (infortunato), Iraci e i fratelli Grasso. Spazio quindi, anche per Iustin Amarioarei, 2004 che sta ben impressionando con la squadra under 13 allenata da Alessandro Vigo e Simona Li Pira. Il Siracusa era invece al completo e peraltro la squadra aretusea, ottimamente allenata da Andrea Bianca, grazie alla collaborazione con la Virtus Augusta di Luigi Valora (presente e seduto in panchina quale aiuto allenatore), conta su un roster di notevole fisicità e con giocatori di buona tecnica e velocità.

L’inizio è scoppiettante, con mani calde da entrambe le squadre. Alle bombe di Armeri e ai canestri di Sindoni per l’Aretusa è tutto il collettivo bianco azzurro a distribuirsi punti e assist al termine di trame offensive veloci ed efficaci. Il primo quarto, giocato su ritmi elevati, vede il San Luigi chiudere 18-20.

Nel secondo quarto sale in cattedra per il Siracusa Messina (autore di 12 dei suoi 21 punti totali), a cui rispondono colpo su colpo Giorgio Dore (che sfrutta le scorribande di Edoardo Venticinque, autentica spina nel fianco per la difesa locale per tutta la gara), Davide Maccarrone e Bruno Venticinque con una bomba che tiene tre punticini di vantaggio per il 24-27. A pochi minuti dalla fine del secondo quarto, però, l’uscita dal campo di capitan Maccarrone (per il terzo fallo) inceppa i meccanismi offensivi della squadra che si ferma in attacco mentre il Siracusa trova 8 punti consecutivi di uno strepitoso Messina, con una bomba allo scadere per +4 (massimo vantaggio aretuseo), 32-28 con il quale si chiude il primo tempo.

Il terzo quarto è quello che decide la partita. Coach Carmelo Minnella piazza una difesa a zona press metà campo che produce subito tante palle recuperate che innescano contropiedi ben finalizzati da Edoardo Venticinque e Mattia Russo (14 e 8 i loro punti nella partita). Il Siracusa cerca di organizzarsi, ma l’inerzia è tutta della squadra sanluigina che fa girare il pallone alla grande, trovando soluzioni sia dal perimetro che da sotto in penetrazione. 12-24 il parziale del terzo quarto, con il San Luigi che chiude a +8.

Nell’ultimo tempino, passa a zona il quintetto di coach Andrea Bianca e con un 4-0 si porta sotto (48-52). Time out in casa sanluigi con Minnella che organizza l’attacco alla zona e gli accorgimenti difensivi per chiudere spazi agli avversari. Rientrati in campo il San Luigi inizia nuovamente a dare fluidità al suo gioco con Russo e Maccarrone (ancora una volta top scorer con i suoi 18 punti) che piazzano i 7 punti che consentono di tenere a distanza l’Aretusa, per il 52-59 che fa esplodere la gioia della squadra del Presidente Pennisi e del Dirigente Responsabile Sandro Pistarà.

Grazie a questa vittoria il San Luigi, porta a 4 i punti di vantaggio proprio sul Siracusa ed ha la certezza matematica del terzo posto a due giornate dal termine del campionato (i prossimi incontro vedranno confrontarsi con Aretusa in casa e Lentini fuori).

È stata una bella partita, a tratti spettacolare, arbitrata alla grande da B. Attard (sempre collaborativo con allenatori e giocatori) con ottime trame offensive, legate ad una proprietà di fondamentali di molti giocatori scesi in campo. Faccio i complimenti ad Andrea Bianca per il grande lavoro che sta facendo ed per i molti prospetti di indubbia futuribilità (Messina su tutti mi ha impressionato per la facilità con la quale esegue i fondamentali e per il grandissimo tiro da fuori). Noi eravamo troppo corti, ma siamo partiti forte e soprattutto abbiamo reagito alla grande nel terzo quarto dopo che l’inerzia della partita sembrava tutta loro alla fine del primo tempo. Strepitosi Edoardo Venticinque e Giorgio Dore per l’intensità e la mole di gioco offensivo e difensivo che produce il primo, e per la partita a tutto campo (e non solo a rimbalzo dove è stato fantastico contro quasi tutti i lunghi che formavano il quintetto aretuseo) del secondo. Nel terzo quarto è stato proprio Dore a portare la palla e iniziare il gioco con il suo 1 contro 1. Maccarrone è altra sicurezza, la sua continuità è stata impressionante in questo campionato dove, oltre ad avere le chiavi di regia del gioco della squadra, ha viaggiato a più di venti punti di media a partita; e poi, come all’andata, è lui che ha segnato i canestri nei momenti decisivi. Questi tre giocatori sono i più pronti per l’auspicabile debutto in prima squadra, anche se devono migliorare alcuni fondamentali e aspetti del gioco (che loro conoscono benissimo e sui quali lavoreremo in questi ultimi 3 mesi).

Una citazione di rilievo meritano anche Mattia Russo e Bruno Venticinque che, oggi così come per tutto il campionato, hanno tenuto il campo alla grande, realizzando canestri importanti nel secondo e terzo quarto.

Salvo Di Benedetto, oltre ad avere giocato partite eccellenti quest’anno è uno dei giocatori che formano l’anima della squadra (sempre presente e disponibile), Greco e Iraci sono cresciuti molto (e hanno ancora notevoli margini di miglioramento), così come i fratelli Grasso.

Dei 2003, Matteo Battaglia – la cui assenza oggi, vista la sua intensità fisica, si è fatta sentire – ha disputato un ottimo campionato, dando solidità in difesa, Pietro Cavallaro e Gabriele Cantarella si sono sempre fatti trovare pronti quando sono stati chiamati in causa e si allenano con grande voglia ed entusiasmo.

Infine, anche Davide Bafumi e Elia Consoli hanno fatto delle buone apparizioni, nonostante abbiano iniziato quest’anno, il primo riuscendo ad andare a punti”.

Comunicato San Luigi Basket

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*