Ultimo quarto stregato per la Rainbow a Patti

Chiusi i giochi per la vetta, l’Alma vince e sarà prima… Continui sorpassi e controsorpassi… Le etnee staccano la spina troppo presto…

PATTI-RAINBOW 64-55

ALMA BASKET: Tumeo; Lombardo 15; Coppolino 8; Gangemi; Merrina 10; Ferreyra 5; Sciammetta; Romeo; Kramer 12; Guerrera 6; D’Avanzo; Herrera 8. Coach: Buzzanca
RAINBOW CATANIA: Diop 4; Nucera 2; Ferlito 6; Caruso; Aleo 12; Parisi 2; Chiarella 12; Costi; La Manna 6; Spina; Diaz 1; Licciardello 10. Coach: Bruni
PARZIALI: 24-22; 42-36; 44-53
Arbitri: Cinzia Savoca di Bagheria (1° Arbitro) e Antonino Scuderi di Capaci (2° Arbitro).

Una Rainbow Catania dai due volti cede 64-55 in casa dell’Alma Basket Patti, dopo aver spaventato il “PalaSerranò” con una prova intensa per tre quarti di gara. Le etnee pagano caro il black out degli ultimi dieci minuti di gioco.

Partono meglio le catanesi, che si portano sull’8-15, grazie ad una Giuliana Licciardello calatasi immediatamente in clima partita e che firma otto punti, tra i quali un centro da tre. Le pattesi, nella seconda parte della frazione riescono a recuperare il gap, arrivando in vantaggio per 24-22 alla prima sirena. Nel secondo quarto è invece l’Alma a scattare meglio dai blocchi, ricavando immediatamente un break che arriva al “+7”, sul 35-28, e che rimane praticamente intatto fino alla pausa di metà match, con lo score fermo sul 42-36 per le padrone di casa. Al ritorno in campo la Rainbow aggredisce l’Alma, annichilendola con un 2-17 di parziale che vede sugli scudi Ileana Aleo ed una perfetta prova difensiva delle biancorossoblù. Nel corso della frazione è da segnalare l’assegnazione di un discutibile fallo tecnico a Giuliana La Manna che, ricevuta una gomitata – non vista dalla coppia arbitrale – protesta con l’avversaria. La decisione avrà il suo peso negli ultimi dieci minuti di gioco, con la catanese che dovrà lasciare il match anticipatamente, per limite falli, su un altro episodio quanto meno dubbio. La Rainbow, dal canto suo, ha il demerito di staccare la spina troppo presto, perdendo efficacia nelle due fasi, consegnando alle padrone di casa rimonta e sorpasso che valgono il successo delle pattesi.

A fine partita arriva l’analisi di coach Bruni: “E’ stata una gara intensa, combattuta, tosta. Entrambe le squadre hanno espresso un bel basket, cosa non sempre scontata in Serie B. La prima parte di gara è stata equilibrata. Il terzo quarto lo abbiamo vinto noi, con grande differenza di punti. Nell’ultima frazione, invece, brave loro a ribaltare completamente il risultato. Nell’ultimo quarto dovevamo condurre la gara con esperienza e invece c’è mancata, insieme alla lucidità necessaria per portare a casa il risultato. Abbiamo fatto un po’ di confusione. Adesso analizzeremo tutte assieme la gara per capire quali siano stati i problemi accusati nel finale. Faccio un applauso al Patti ed a coach Buzzanca che hanno ottenuto una bella vittoria”.

 

San Pietro Clarenza 18/02/2019

 

Comunicato stampa Rainbow Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*