Acireale all’ultimo respiro: domato il Cus

La decide Giacomo Prudente in terzo tempo… Grande equilibrio, sorpassi e controsorpassi… Il Cus brucia uno 0-13 d’inizio 4º quarto…

Acireale-Cus Catania 69-68

Pol. Basket Acireale: Khomyn, Bertona 10, Cerame, Gulisano 6, Panebianco 9, Bonomo ne, Attanasio, Patanè 16, Venticinque 3, Berzins 13, Prudente 12. All.: Angirello.
Cus Catania: Lo Faro 14, Arcidiacono, Vasta 8, Nardi 5, Cuccia 11, Leone ne, Corselli 14, Di Mauro 7, Pocina 4, Pennisi 5, Cuius. All.: Guadalupi.
Arbitri: Puglisi e De Giorgio.
Parziali: 12-16, 37-34, 56-48.

Si gioca fino all’ultimo respiro tra Acireale e Cus Catania, che tengono il pallino del gioco in alternanza, con gli ospiti che nel finale si suicidano dopo aver completato una rimonta stupefacente. Acireale invece si dimostra tenace, non si demoralizza quando tutto va storto. La decide l’uomo di maggior esperienza in campo, Giacomello Prudente, con un perfetto terzo tempo a 3” dalla fine.

Da 4-0 a 4-12: il Cus corre con Vasta e Pennisi e spinge con Lo Faro; è più presente sotto canestro, dove arriva con facilità grazie alle iniziative di Corselli. Il 2+1 di Andrea Patanè serve a ripartire e l’ingresso di Venticinque propizia una recuperata e l’antisportivo su di lui. È sempre Patanè ad andare in lunetta e chiudere in recupero il primo parziale.

A quattro punti di Bertona risponde Nardi da tre, il pressing porta al sorpasso: un appannato Berzins imbeccato dal lungo e da Gulisano, più un’incursione in contropiede di quest’ultimo, fruttano il +3. Gulisano è un fattore in difesa, ma il Cus c’è con due triple di Cuccia. Acireale è molto diverso, va avanti con l’estro di Patanè. Lo Faro è ispirato, ma in contropiede i biancogranata sono brucianti.

Poi si gioca a chi sbaglia di più: ne escono una serie di sorpassi e controsorpassi. Stringendosi in difesa, Acireale si tiene sul +6, finché il 3+1 di Panebianco (con tripla spettacolare) frutta il +8. I disastri di Bertona sotto canestro favoriscono la rimonta del Cus spinta da Pennisi e dalla difesa a zona (56-57). Lo 0-13 di inizio ultimo parziale viene interrotto a 3’53” dalla tripla di Panebianco. Gli acesi tornano su in un minuto, complici i falli cussini e un po’ di caos in campo. Sul 67 pari, Di Mauro fa 1/2 dalla lunetta e Prudente la vince in layup.

 

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 28/10/2019

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*