PalaVolcan, il bando potrebbe spegnere lo sport

Panebianco: «Chi ha tutti i soldi richiesti per la gestione?»… Fino a maggio sarà responsabilità del Gis, poi chissà…

Il PalaVolcan di Acireale è il più bel palazzetto per la pallacanestro della provincia, per la qualità del parquet, la grandezza, la funzionalità. Fino a maggio, sarà ancora il Gis a gestirlo, il gruppo presieduto dal presidente dell’AciBasket, Paolo Panebianco, e che comprende anche le società di calcio a 5, pallamano e pattinaggio. Poi chissà. Il Comune ha infatti varato un nuovo bando di gestione triennale a condizioni decisamente sfavorevoli per l’attività sportiva.

«Stiamo valutando se partecipare – spiega il presidente – e il nuovo bando va scansionato bene. È molto complicato, con molte clausole. È un bando in cui bisogna dare almeno 24 mila euro l’anno al Comune, però lo stesso comune può decidere almeno per il 20% chi deve giocare e le tariffe. Il problema è che c’è tutto il resto da pagare, anche il rifacimento della facciata. Non so chi possa partecipare: anche con una cordata, chi ha tutti i soldi richiesti?»

Finora, il Gis si è occupato già delle spese correnti. «A breve dovremo pagare la luce con il nuovo contatore – prosegue Panebianco –. Tra Tari ed altre utenze, è diventata una situazione insostenibile per noi già così. Ora valuteremo che fare, aspettiamo che finisca questo campionato». Già era chiaro mesi fa che il nuovo bando di gestione per il PalaVolcan non sarebbe stato visto positivamente dagli sportivi; ora c’è la certezza. Ma quale sarà il futuro dell’impianto di corso Italia?

Roberto Quartarone

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*