La tradizione prosegue con il 9º Memorial Arcidiacono

Under-13 ed Esordienti in campo, vince l’Omega Misterbianco… A Sara D’Antonio il premio Arsenio Lupin… La solidarietà…

Sara D’Antonio, vincitrice del premio Arsenio Lupin (foto Roberto Quartarone)

Per la nona volta, gli amici di Francesco Arcidiacono si sono ritrovati alla Palestra del Leonardo da Vinci di Catania per ricordarlo con una giornata di sport e solidarietà. Il torneo misto Under-13 ed Esordienti ha visto la vittoria dell’Omega Misterbianco nella finalissima sulla formazione dell’Alfa di coach Di Masi, al termine del quadrangolare che ha visto impegnate anche il Cus Catania di coach Barbagallo e lo Sport Club Gravina di coach Sfragaro.

Proprio i ragazzi dell’Omega, allenati da Alessio Annino e Marco Pappalardo, hanno una storia particolare: il PalaTenda, il loro campo di casa, è ancora in rifacimento (la tensostruttura è stata eliminata per rendere l’impianto più funzionale), quindi disputano il campionato FIP Under-13 sotto la bandiera del Basket Club Paternò.

Ad arbitrare c’era Enrico Murabito, uno dei giovani più promettenti del Gap Catania. Qualche defezione c’è stata per il contemporaneo torneo giovanile ad Agrigento, ma non è mancato il classico pienone sugli spalti dell’impianto lasalliano. Il premio Arsenio Lupin è andato a Sara D’Antonio, unica ragazza presente alla manifestazione e prima vincitrice donna della targa che rende omaggio al miglior difensore della competizione; proprio Arcidiacono aveva nelle sue doti di “ruba palloni” il suo punto di forza.

Tutti i partecipanti (foto Roberto Quartarone)

Ieri non è stata disputata la partita tra i vecchi amici, una classica che però per la prima volta non si è riusciti a organizzare. C’erano, in tanti in tribuna, ma non si è arrivati al numero giusto per poter iniziare la sfida. Poco male: molti oggi sono papà che sostengono i loro figli in campo, altri seguono ancora il basket da dirigenti, allenatori, tifosi.

Arcidiacono ne ha avuti tanti di compagni: ha giocato con il Leonardo da Vinci, con lo Sport Club Gravina e con il Koala Catania. Si è ritirato nel 2004, ha chiuso con 194 presenze e 1.429 punti tra C2 e C1. Una malattia se l’è portato via nel 2009, in eredità ha lasciato un appuntamento che rimane una tappa obbligata durante le vacanze natalizie per gli appassionati catanesi di basket.

Gli amici di Francesco (foto Roberto Quartarone)

Come ogni anno, la famiglia Arcidiacono ha partecipato, con la mamma in testa, coinvolgendo anche l’Unicef e quindi ponendo l’attenzione anche sulla solidarietà, aspetto che s’è cercato sempre di curare con particolare attenzione. Campeggiavano a bordo campo gli striscioni “L’importante è continuamente… sempre”, la frase diventata lo slogan della manifestazione sin dalla prima edizione.

Nell’albo d’oro della manifestazione, disputatasi sempre al Leonardo e con cadenza annuale, a parte le edizioni 2015 e 2016, finora hanno vinto i ’96 del Gravina nelle prime quattro edizioni, poi il Cus Under-19 e il Cus Esordienti, mentre nel 2018 e nel 2019 si sono disputati tornei Aquilotti ed Esordienti senza vincitori.

 

Roberto Quartarone

da “La Sicilia” del 30/12/2019

Le edizioni precedenti
2010201120122013201420172018
2019.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*