Belinelli alla Virtus, l’ingaggio a effetto per infiammare il basket italiano

Marco Belinelli al raduno della Nazionale nell’estate 2015 (foto R. Quartarone)

Mamma mia, che colpo ha piazzato la Virtus Bologna! Il ritorno a casa di Marco Belinelli s’inserisce nella scia degli “ingaggi ad effetto” delle V nere, che già lo scorso anno hanno riportato in Europa Miloš Teodosić e ora si sono assicurati le prestazioni dall’unico azzurro a vincere un anello NBA. Sono entrambi nomi importanti, un po’ avanti con l’età, che nella lega americana non troverebbero lo spazio di una volta, ma che in Serie A e in EuroCup possono fare assieme una differenza enorme e, soprattutto, danno un ritorno mediatico che trascende il cortile della pallacanestro. Non ne parleranno solo gli addetti ai lavori, ma anche chi di solito segue solo la NBA o non segue abitualmente il basket.

Per chi è sempre aggiornato, sarà ancora più interessante vedere l’impatto sul campionato di queste due stelle internazionali. La Virtus ha lanciato così il vero guanto di sfida all’apparente strapotere di Milano, oltre a dare una mano a coach Đorđević, che ha necessità di prender quota dopo un inizio il campionato con alcune prestazioni opache. Anche la rivalità Milano-Bologna può far bene al basket italiano, infiammando una corsa per lo scudetto che non può essere prerogativa esclusiva delle scarpette rosse. La strepitosa vittoria di stasera dei lombardi a Tel Aviv può essere per loro un modo per acquistare ancor più fiducia in Eurolega, ma gli uomini di coach Ettore Messina hanno ancora una lunga strada da percorrere, in patria e all’estero.

Giordana Famoso intervista Marco Belinelli (foto Valentina Parisi)

Infine, il ritorno mediatico che dà la cassa di risonanza dell’ambiente cestistico di Bologna è enorme. La notizia ha già fatto rumore perché Belinelli è scuola Virtus, ma è stato lanciato dalla Fortitudo: quando è andato in NBA, aveva giurato amore eterno alla Fossa dei Leoni, i tifosi fortitudini, ma ora torna a casa con la maglia dei rivali. Un contratto pesante come il suo non se lo potrebbe permettere di certo la “F”, con buona pace dei suoi tifosi, cosa che invece in casa Virtus non è di certo un problema, anche in ottica futura di un ingresso in Eurolega.

A Catania, Belinelli lo ricordiamo bene: arrivato quasi a sorpresa quattro anni fa per l’evento della Sprite a piazza Università, il cestista campione NBA con San Antonio ha movimentato l’ambiente cestistico etneo e ha ovviamente regalato spettacolo solo con la sua presenza. Questo è il video di Fabio Patanè dell’intervista realizzata da Giordana Famoso per Basket Catanese.

Roberto Quartarone

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*