Torneo Forense, «grande esperienza umana e cestistica»

Il Catania Basket Forum ha partecipato nel fine settimana al torneo forense di Caserta, la quinta edizione del torneo Insieme per non dimenticare organizzato in ricordo delle vittime dell’attentato al tribunale di Milano nel 2015. Gli etnei hanno perso tre partite su tre, contro avversarie che schieravano giocatori più giovani e in attività.

«Abbiamo dato tutto – spiega il giocatore-allenatore Carmelo Minnella –, solo la prima partita potevamo fare qualcosa di più. Ma la differenza di tasso tecnico con le altre formazioni si vedeva nel campo. Ci abbiamo provato, a tratti abbiamo espresso una buona pallacanestro ma ci mancavano centimetri sotto canestro e il talento di alcuni elementi delle squadre avversarie per sopperire ai momenti di difficoltà. Non è stato semplice vestire il doppio ruolo di allenatore e giocatore ma i colleghi sono stati unici nel seguirmi. È stata una grande esperienza umana e cestistica, ho condiviso con i miei splendidi compagni di viaggio momenti di divertimento e gioia attorno allo sport più bello del mondo. Per il sottoscritto un’emozione unica ed indelebile, tornare a giocare in una partita ‘ufficiale’, a 47 anni, dopo 20 anni dalla mia ultima apparizione e con i miei figli ad esultare per i miei canestri. Questo è un punto di inizio, lo zoccolo duro deve rimanere lo stesso ma serve l’innesto di qualche giocatore di livello e un magistrato che dia il cambio al mio omonimo, il cui sforzo nel torneo (sempre in campo per regolamento) è stato eroico».

Cagliari Catania 53-30: La Malfa 3, Mazzerbo 14, Minnella C. 6, Pettinato 2, Romano 2, Urzì 3, Terranova, Belluomo, Licciardello, Messina, Abate, Minnella M. Partiti contratti, Catania insegue tutta la partita, con il solo Mazzerbo che fa pentole e coperchi e cerca di tenere a galla gli etnei. Solo nel terzo Catania quarto prova a rientrare con un 8 a 0 grazie a due bombe consecutive di coach Minnella e un appoggio di Romano, arrivando a -6, per poi cedere nell’ultimo quarto sotto i colpi di un incontenbile Muscu.

Trapani-Catania 56-48: La Malfa 13, Mazzerbo 21, Minnella C. 6, Licciardello 5, Belluomo 1, Abate 2. Partita sempre in equilibrio, con Trapani, allenata da Giacomo Genovese, che scappa nel primo quarto, ma Catania rimonta grazie ai canestri di Mazzerbo e La Malfa e chiude in vantaggio con appoggio in contropiede di C. Minnella per il 26 a 24. Nel terzo quarto va via di nuovo Trapani, con Catania che rimane a contatto con il trio La Malfa-Mazzerbo-Minnella, prima di cedere negli ultimi sessanta secondi di gara.

Umbria-Catania 48-37: La Malfa 4, Mazzerbo 5, Pettinato 11, Minnella C. 2, Romano 2, Terranova 2, Minnella M. 4, Licciardello 2, Urzì 5. Umbria sempre avanti, con un vantaggio che si dilata fino alla fine del terzo quarto a 42-22. Coach Minnella divide minuti a tutti, togliendo gli spremuti Mazzerbo e La Malfa negli ultimi due quarti. Sale in cattedra Pettinato (11 punti), la squadra gioca bene, ma ormai è troppo tardi per velleità di recupero. Tanti applausi ed entusiasmo in un gruppo coeso e che si diverte fuori e dentro il campo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*