Alfa domani all’esordio ad Agrigento

Aldo Calabrese, Davide Di Masi ed Enrico Famà

Domani si torna in campo. L’Alfa Basket Catania è pronta. Esordio stagionale dei rossazzurri di coach Davide Di Masi, coadiuvato da Enrico Famà e Aldo Calabrese, sul campo del Real Agrigento allenato da Francesco Anselmo. Grande attesa, grandi emozioni per gli alfisti, che attendono da molto tempo il ritorno alle gare. Prima giornata di Serie C Silver (palla a due alle ore 18,30, arbitri Tartamella e Costanza di Palermo) per il team catanese, che ha cambiato volto in estate e si presenta, ai nastri di partenza del torneo, con una squadra ringiovanita, frizzante e competitiva. Il tecnico Di Masi è carico. “Le emozioni sono molteplici – afferma Davide Di Masi -. Abbiamo avuto due anni di inattività a causa della pandemia. Mi ritrovo oggi sulla panchina dell’Alfa che è casa mia, dopo l’esperienza prima della sospensione dei campionati a Piazza Armerina. Riprendiamo un torneo ufficiale con una squadra composta da molti Under, cresciuti anche con me partendo dalla categoria Aquilotti. Ritrovare questi giovani in prima squadra, e domani saranno sicuramente utilizzati in campo per fare esperienza, è un fattore che mi galvanizza insieme con la ripresa agonistica dell’attività. Corriamo ovviamente anche dei rischi con 7 Under in campo e 5 Senior, tra questi Corselli classe 2001 e Pappalardo classe 1998. Ho a disposizione una formazione molto giovane. Questo è stimolante. Stiamo lavorando bene sulla crescita dei ragazzi, e la loro maturazione passa ovviamente dal campo, dai minuti giocati e dal prendere parte alle competizioni Senior”. Coach Di Masi non si fida degli avversari, formazione temibile. “Il Real Agrigento è una squadra spumeggiante – aggiunge Davide Di Masi -. E’ la formazione satellite della Moncada ed ha in organico Under di prospettiva. Mi aspetto una gara giocata su alti ritmi, tempi elevati quindi transizioni. Conto molto sulla differenza che potranno fare, in campo, i 4-5 Senior che hanno più esperienza”. “Questa prima partita ci farà capire a che punto stiamo -conclude il coach alfista -. Il campionato è lungo. Ci sarà la fase di andata e ritorno, poi quella ad orologio e infine i play-off. Avremo, dunque, tante occasioni per confrontarci con la realtà della Serie C Silver, una realtà mista dove si trovano squadre giovani e team senior con qualche cestista straniero. Per me è il torneo giusto per ripartire e ricreare entusiasmo attorno al nostro movimento. Mi esalta e rende felice aver visto come in un mese di attività, il Leonardo Da Vinci si sia riempito in ogni spazio. E’ la dimostrazione che i ragazzi, dopo due anni di inattività, hanno voglia di tornare a praticare sport in modo serio e competitivo”.  

Ufficio stampa Alfa Basket    

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*