Netto successo dell’Alfa su una decimata Canicattì

ALFA BASKET CATANIA 113
OLYMPIA CANICATTÌ 67 

Alfa Catania: Di Stefano 6, Sortino 6, Arena 1, Corselli 23, Consoli 11, Catania 2, Pennisi 20, Pappalardo 12, Cuius 1, Cantarella 6, Delia 3, Abramo 22. Allenatore: Davide Di Masi.
Olympia Canicattì: Piccolo 35, Novkovic 2, Mirnic 19, Uka 9, Patermo, Zambito 2. Allenatore: Francesco Di Vita.
Arbitri: Beccore e Gazzara di Messina. Udc: Favara, Cosentino, La Noce.
Parziali: 18-23, 58-35, 91-53.

L’Alfa Basket Catania riabbraccia i suoi tifosi. E regala una serata di grande basket, divertendosi e divertendo i sostenitori rossazzurri presenti sugli spalti del Leonardo Da Vinci. Nel secondo turno della Serie C Silver, la formazione di coach Davide Di Masi batte l’Olympia Canicattì con il risultato di 113-67. Prima dell’inizio della gara è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Haitem Fathallah, il giocatore della Fortitudo Messina morto a Reggio Calabria una settimana fa.

Gli ospiti, presenti con soli sei giocatori, partono bene nel primo parziale. Gli alfisti ci mettono un po’ a carburare. Canicattì chiude avanti per 23-18. Il team agrigentino pian piano accusa la stanchezza. I padroni di casa trascinati da Marco Consoli, Marco Pennisi, Luciano Abramo e Daniel Arena, cambiano ritmo. Giocate veloci, ad alta intensità, ripartenze letali e gioco spumeggiante. Il secondo quarto si chiude sul 58-35 per l’Alfa. In contropiede, i cestisti del coach Di Masi vanno a nozze. Il vantaggio catanese cresce: + 38 alla fine del terzo periodo (91-53). Bene Corselli, Pappalardo e Cuius. Nell’ultimo quarto, in campo tutti i giovani dell’Under 18, che dimostrano di essere pronti per giocare in prima squadra. Superati i 100 punti. L’Alfa brilla con la freschezza di Cantarella, Catania, Delia, Di Stefano e Sortino. Arriva la seconda vittoria consecutiva dopo quella colta sul campo del Real Agrigento. Ma la nota più bella è aver ritrovato il “Leonardo” e il calore del popolo alfista, come sottolinea a fine incontro il presidente dell’Alfa Basket Catania, Nico Torrisi.

“E’ stato bellissimo riabbracciare i nostri tifosi dopo quasi un anno e mezzo – afferma Torrisi -. Un’emozione speciale vedere sulla tribuna tanti giovani a sostenerci e numerose famiglie presenti, trascinate dai nostri ragazzi. Complimenti a tutto lo staff tecnico. Davide Di Masi, Enrico Famà e Aldo Calabrese stanno svolgendo un ottimo lavoro. Ho visto una squadra brillante e già in condizione. Canicattì si è presentato con una formazione rimaneggiata, ma ha lottato. Nell’ultimo parziale abbiamo giocato con tutta l’Under 18 in campo. Sono davvero orgoglioso di questo. I giovani alfisti sono cresciuti. Bisogna continuare a divertirsi e a divertire”.

“Abbiamo riconquistato i nostri tifosi che dal primo all’ultimo minuto ci hanno sostenuto – dichiara il direttore generale dell’Alfa Basket Catania, Carmelo Carbone -. E’ stata una bella partita anche se, purtroppo, Canicattì si è presentato con soli sei cestisti. I nostri ragazzi, comunque, hanno tenuto bene il campo ed hanno disputato una splendida partita soprattutto gli Under. I Senior hanno giocato sui loro livelli abituali. Adesso testa alla trasferta in programma domenica contro gli amici dell’Acireale Basket”.

Ufficio stampa Alfa Basket Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*