Tutte le catanesi di Serie C2

testata

Era difficile che in questo campionato di Serie C regionale le catanesi potessero migliorare le prestazioni di quello passato, quando due formazioni hanno fatto il salto di categoria e altre quattro si sono qualificate ai play-off, su otto formazioni etnee. Unutopia considerando che il tasso tecnico, in generale, si abbassato.

Cestista Sq. Pr Pt M
1 Marzo GIA 22 339 15,41
2 Spina CUS 26 398 15,31
3 Vetrano SLU 24 344 14,33
4 Mazzerbo GAD 21 279 13,29
5 Russo D. SAL 19 242 12,74
6 Prudente SLU 24 295 12,29
7 Patti SAL 10 119 11,90
8 Caminiti GIA 25 287 11,48
9 Cavazza GRA 19 216 11,37
10 Gulinello GRA 26 293 11,27
11 Scerra CUS 25 280 11,20
12 Marino GRA 24 263 10,96
13 Valenti MAS 22 240 10,91
14 Pasquali MAS 26 282 10,85
15 Failla CUS 25 270 10,80
16 Spadaro SLU 25 269 10,76
17 Boschi MAS 13 138 10,62
18 Ganci GRA 24 253 10,54
19 Licciardello G. SAL 24 249 10,38
20 Antronaco GIA 17 175 10,29
21 Trombatore CUS 13 131 10,08
22 Catalano SLU 24 239 9,96
23 Marletta SLU 23 226 9,83
24 Cutuli GIA 23 215 9,35
25 Costanzo GIA 12 106 8,83
26 Borz GAD 21 176 8,38
27 Porto SLU 22 181 8,23
28 Basile GAD 19 155 8,16
29 Cilia CUS 25 191 7,64
30 Ciaurella GIA 24 183 7,63
31 Quattropani GIA 19 136 7,16
32 Allegra MAS 18 128 7,11
33 Mauceri GAD 21 148 7,05
34 Caltabiano GAD 23 158 6,87
35 Pennisi GAD 26 173 6,65
36 Spadaro GIA 23 151 6,57
37 Santangelo L. MAS 25 162 6,48
38 Cantarella SAL 26 164 6,31
39 Caruso MAS 25 153 6,12
40 Reitano CUS 24 141 5,88
41 Torrisi GRA 25 143 5,72
42 Gissara MAS 25 143 5,72
43 Vigo SLU 21 120 5,71
44 Emmolo GIA 25 142 5,68
45 Di Bella GRA 23 130 5,65
46 Licciardello V. SAL 15 84 5,60
47 Barbera GRA 19 106 5,58
48 Aubeeluck SAL 16 86 5,38
49 Guastella SAL 11 58 5,27
50 Russo CUS 17 84 4,94
51 Minardi GRA 25 115 4,60
52 Fraticelli SLU 16 73 4,56
53 Testa GAD 20 90 4,50
54 Arena GAD 14 63 4,50
55 Livera GAD 11 46 4,18
56 Vasta F. GIA 24 99 4,13
57 Boschetti MAS 21 81 3,86
58 Gullotti C. GRA 20 75 3,75
59 Grasso GAD 19 70 3,68
60 Rapisarda SLU 20 73 3,65
61 Indiogine GRA 15 52 3,47
62 Di Maria MAS 14 47 3,36
63 Distefano GAD 17 57 3,35
64 Russo SLU 22 70 3,18
65 Santonocito CUS 14 43 3,07
66 Stella SAL 13 39 3,00
67 Panicola CUS 23 68 2,96
68 La Mantia GRA 16 47 2,94
69 Caltabiano SAL 15 42 2,80
70 Santangelo D. MAS 20 55 2,75
71 Giuffrida SAL 17 46 2,71
72 Anselmi GAD 19 49 2,58
73 Basilotta SAL 13 29 2,23
74 Orlando GAD 15 30 2,00
75 Lo Faro F. CUS 16 31 1,94
76 Bongiovanni MAS 12 23 1,92
77 Sacc GAD 12 21 1,75
78 Agrifoglio CUS 17 26 1,53
79 Costantino CUS 14 18 1,29
80 Arra SAL 19 18 0,95
81 Santoro GIA 12 11 0,92
82 Lazzara CUS 13 11 0,85
83 Maccarrone GIA 11 9 0,82
84 Granata MAS 11 9 0,82
85 Foti SLU 19 15 0,79
86 Guadalupi CUS 19 14 0,74
87 Fichera SLU 10 5 0,50
88 D’Urso GIA 13 6 0,46
89 Calabrese SAL 15 3 0,20
90 Vetrano MAS 17 0 0,00

91 Giocondo MAS 1 18 18,00
92 Spadaro SAL 8 39 4,88
93 Di Paola SAL 9 33 3,67
94 Lino GRA 7 22 3,14
95 Cardone SAL 4 12 3,00
96 Liotta SAL 2 6 3,00
97 Cavallari GRA 6 17 2,83
98 Busi GRA 7 19 2,71
99 Gullotti G. GRA 7 18 2,57
100 Russo F. SAL 2 5 2,50
101 Coppolino SAL 7 17 2,43
102 Barrera MAS 5 12 2,40
103 Raccuia SAL 2 4 2,00
104 Russo GRA 1 2 2,00
105 Gozzo GAD 1 2 2,00
106 Bonaccorsi SAL 1 2 2,00
107 Caselli GAD 9 13 1,44
108 Parianen SAL 8 11 1,38
109 Lo Faro M. CUS 5 6 1,20
110 Cosentino CUS 6 7 1,17
111 Scornavacca GAD 4 4 1,00
112 Cavalli GAD 8 4 0,50
113 Vasta A. GIA 6 1 0,17
114 Garozzo SLU 8 0 0,00
115 Palma SLU 6 0 0,00
116 Barretto GIA 6 0 0,00
117 Pulvirenti SLU 5 0 0,00
118 Mangano GIA 4 0 0,00
119 Guarnaccia CUS 3 0 0,00
120 Pignataro SAL 3 0 0,00
121 Mota CUS 2 0 0,00
122 Petrone GAD 2 0 0,00
123 Panebianco CUS 1 0 0,00
124 Risciglione CUS 1 0 0,00
125 Tracuzzi CUS 1 0 0,00
126 D’Angelo GRA 1 0 0,00
127 Grasso GIA 1 0 0,00
128 Rapisarda GIA 1 0 0,00
129 Steven SAL 1 0 0,00
comiso
Il Comiso campione della C2/b
catalano
R. Catalano
gulinello
S. Gulinello
antronaco
G. Antronaco
reitano
L. Reitano
mazzerbo
V. Mazzerbo
pasquali
G. Pasquali
Nota bene. La classifica marcatori stata ricavata dai tabellini presenti su Basket Catanese e comprende solo i dati della stagione regolare. I tabellini provengono dai comunicati stampa, da La Sicilia e da Tuttobasket.net e non sempre sono affidabili. Si tentato di fare dei confronti tra le fonti, ma ci sono sempre degli errori e delle sviste che non possono essere corretti senza l’intervento diretto dei diretti interessati. Vi ringraziamo per la comprensione e la collaborazione.

Lorganico catanese ha infatti perso le big Sporting Club Adrano e il Basket Acireale, protagoniste in Serie C Dilettanti, e la Grifone Catania, che passata al gruppo della Pallacanestro Catania e ora fa solo attivit giovanile, pi lOlimpia Battiati che era retrocessa in Serie D. Tra le squadre che avevano conservato la categoria, il San Luigi Acireale sponsorizzato Edil Tomarchio, lo Sport Club Gravina, il Gad Etna Catania e il Basket Giarre (ripescato), solo la prima ha fatto degli investimenti per puntare al salto di categoria. Le due neopromosse (Cus Catania e Mens Sana Mascalucia) e la ripescata (PGS Sales Catania) hanno invece allestito dei roster che miravano al mantenimento della categoria.

Stranamente, gi a Natale gli esiti del campionato erano scritti. La stagione regolare e i play-off sono stati vinti dalla Logos Comiso, ritornata in Serie C Dilettanti dopo un solo anno in C2. Il tecnico Nicola Tribunale laveva detto: Se manteniamo la stessa determinazione, il primo posto non ce lo toglier nessuno e ai play-off saranno gli altri a temerci.

Lunica avversaria seria dei ragusani sembrava essere lEdil Tomarchio Acireale, che arrivata seconda. La stagione andata bene, secondo il pronostico spiega il play biancazzurro Renato Catalano . Il Comiso aveva un gioco ben costruito e un’ottima condizione atletica e qualcosa in pi nellorganico, non solo per l’apporto degli argentini. Quindi il secondo posto a fine stagione rispecchiava l’andamento del campionato ed il valore della nostra squadra. Ai play-off, per, qualcosa va storto e in semifinale la squadra di Carmelo Nicolosi ha perso contro il Basket Melilli. Siamo stati in parte penalizzati dagli infortuni accumulati nelle ultime giornate, che ci hanno portato a giocare il primo turno senza alcuni giocatori e forzando i tempi di recupero degli altri. Questo ha avuto delle ripercussioni sull’andamento delle semifinali, alle quali siamo arrivati gi provati dal turno precedente. Si poteva fare senz’altro di meglio, la finale era assolutamente alla nostra portata. Pi tardi, i sanluigini Catalano e Prudente (poi assente per impegni professionali) sono stati scelti per lAll Star Game, a conferma della loro stagione positiva. Mi ritengo abbastanza soddisfatto dei miei risultati personali chiude Catalano . Credo di aver disputato un buon campionato, e di aver dato il mio contributo al raggiungimento del secondo posto in classifica.

Nei quarti di finale, il San Luigi ha incontrato una delle delusioni stagionali, lo Sport Club Gravina. Questanno, la squadra di Natale De Fino ha avuto il merito di giocare costantemente con soli sei over e quindi di aver dato un certo spazio ai pi giovani, ma andata ben al di sotto delle sue potenzialit. Il cambio tecnico a met stagione, con la staffetta tra Gigi Angirello e Gianfranco Morelli, non ha portato i risultati sperati: compresi i play-off, il primo ha avuto un record di 9 vittorie e 7 sconfitte contro le 6 vinte e 7 perse del secondo. Be, la stagione per noi sicuramente non pu considerarsi molto positiva conferma il veterano Salvo Gulinello . La settima posizione alla fine della stagione regolare di certo non stato il risultato a cui ambivamo… Abbiamo cercato il riscatto ai play-off, ma in gara-3 l’Acireale ha meritato di andare avanti Probabilmente questanno nessuno ha dato il meglio, io per primo; a me andava davvero tutto storto in campo. Speriamo che l’anno prossimo il trend possa cambiare!

Il discorso totalmente differente per il Basket Giarre di Peppe Quattropani. La societ era stata ripescata dopo lo scorso campionato, tristemente concluso al penultimo posto davanti ai giovanissimi della Fortitudo Ragusa, ma questanno ha disputato un torneo al di sopra dogni aspettativa, qualificandosi per la prima volta nella sua storia ai play-off. stata una stagione vissuta in un ambiente molto familiare spiega Giacomo Antronaco , con compagni di squadra fantastici, due allenatori che prima di tutto erano amici e dirigenti molto dinamici, che mi hanno subito fatto sentire a casa aiutandomi in questa mia prima esperienza senza la maglia dell’Acireale dopo 13 anni. Credevo fin dall’inizio della stagione che avessimo le carte in regola per approdare ai play-off e oggi sono convinto che non abbiamo espresso il nostro reale potenziale per qualche infortunio di troppo, che ha reso le cose un po pi difficili, ma alla fine ci siamo arrivati. Credo che le due gare col Comiso abbiano giovato a rinsaldare il gruppo e siano state unesperienza importante per i ragazzi che non avevano mai giocato i playoff! Questo gruppo potrebbe essere un punto di partenza per un progetto importante. A testimonianza della bella stagione, proprio Antronaco, insieme al capocannoniere dei giocatori delle squadre catanesi Alberto Marzo, ha partecipato allAll Star Game. Non sono mai soddisfatto esclama il primo , penso sempre che avrei potuto fare e dare di pi!

Dopo aver temuto per la retrocessione, il Cus Catania ha sperato alla fine di poter sottrarre ai giarresi lultima piazza utile per i play-off, ma alla fine si dovuto accontentare della salvezza. La squadra di Giuseppe Guadalupi ha comunque disputato un campionato complessivamente positivo ma segnato da risultati altalenanti. Il perch lo spiega il capitano Luca Reitano: Guadalupi si dovuto inventare sempre nuove formazioni e soluzioni per cercare di arginare le difficolt date dagli under, a cui stata data tanta fiducia ma che hanno ancora poca esperienza, e da noi senior, che non siamo stati capaci di tutelarli. L’idea del CUS , infatti, quella di inserire sempre nuovi under nel roster della prima squadra e questanno abbiamo avuto dei ragazzi che si sono ritagliati un ruolo decisivo e concreto. Alla fine siamo venuti fuori dalle difficolt serrando un po i ranghi e trovando una dimensione di gioco pi collettiva. Il risultato comunque positivo e soddisfacente. Il progetto Cus va avanti, quindi. In questi due anni abbiamo fatto sul serio e questa una personale soddisfazione, insieme al rispetto e alla riconoscenza che i ragazzi, i genitori e la societ mi manifestano. Questi sono i risultati che ho ottenuto e che desidero raggiungere, insegnando e aiutando i ragazzi ad andare avanti nel basket, senza sognare la Serie A. Pensiamo di tirar su una generazione che ama il basket, che si comporta in un certo modo, che si impegna e si allena costantemente e intensamente, poi quello che verr sar quello che si sono meritati. Lavoreremo per cercare di renderci la vita pi facile l’anno prossimo!

Si salvato solo allultima giornata, invece, il Gad Etna Catania di Tato Vergani. Sono soddisfatto solo dell’ultima partita esordisce Vittorio Mazzerbo in cui abbiamo dimostrato di valere qualcosa salvandoci contro una squadra che fino a quel momento aveva fatto ottime cose in campionato. La stagione, infatti, non stata certo tra quelle da ricordare. La flessione nei risultati stata dovuta sia ai numerosi infortuni (io sono stato fuori praticamente tre mesi e cos ho compromesso la mia stagione) che alle troppe ingenuit nelle partite importanti. L’ottavo posto era sicuramente alla nostra portata. Malgrado le difficolt, questanno i bianconeri, filiali della Pallacanestro Catania, hanno dato la possibilit a tanti under di confrontarsi con la realt di Serie C2 e questa scelta stata premiata allAll Star Game, a cui hanno partecipato Orazio Livera e lMVP Simone Basile.

Le ultime note sono quelle dolenti. Le ultime due squadre catanesi hanno chiuso la stagione con la retrocessione in Serie D. Per entrambe si tratta di un ritorno dopo appena un anno di noviziato in C2. La Mens Sana Mascalucia di Gabriele Giorgianni, promossa sul campo al termine della scorsa stagione, ha condotto un campionato di basso profilo che sembrava dover avere un cambiamento di marcia dopo la vittoria sulla capolista e larrivo di Giuseppe Giocondo (poi campione dItalia under-21 con Porto Empedocle). La stagione andata davvero male considerata la retrocessione che ha buttato al vento tre anni di sacrifici spiega Gianluca Pasquali , quindi non mi ritengo soddisfatto n dei risultati della squadra n dei miei. L’errore soprattutto stato non vincere almeno due degli scontri diretti contro le dirette avversarie (Cus Messina e Gad Etna), che, viste le belle vittorie con Comiso e San Filippo ci avrebbero consegnato una splendida salvezza, e non giocare al massimo se non quando eravamo con le spalle al muro. La rabbia che una squadra che vince certe partite dimostra di avere le carte in tavola per la salvezza, nonostante un roster con qualche lacuna tecnico-tattica. Nonostante tutto ci sono stati dei bei momenti sia personali che di squadra che saranno un punto di partenza per la prossima stagione. dobbligo una domanda sullultima giornata di campionato, cos successo a Giarre? Uno dei due arbitri ha deciso che la partita non si doveva pi giocare spiega Pasquali . Con diversi fischi ha compromesso l’andamento della partita e molti di noi (me compreso) hanno perso la testa. Visti i due quarti di buon basket da entrambe le parti, la bella partita offensiva, il punteggio e le percentuali alti e il pubblico contento sugli spalti per lo spettacolo decente che stavano dando le due squadre, quello che successo stato veramente una sconfitta per lo sport. La C2 per noi al 40 sarebbe stata comunque compromessa, ma l’amarezza per non aver potuto giocare alla pari gli ultimi importanti minuti mi ha amareggiato tanto e soprattutto ha dato unimmagine indecente dei ragazzi della Mens Sana Mascalucia, che poi sbagliando hanno degenerato con comportamenti comunque da censurare.

Ha chiuso la graduatoria la PGS Sales di Catania, ripescata allultimo minuto dopo lottavo posto in Serie D della scorsa stagione. La formazione di Gaetano Condorelli ha concluso la stagione senza vincere, subendo costantemente dei punteggi pesantissimi e sfiorando i supplementari solo contro il Gad Etna. La stagione a livello di risultati, non stata di certo esaltante, parla anche la classifica conferma Davide Caltabiano , sicuramente abbiamo pagato l’inesperienza, la giovane et, visto che eravamo tutti under tranne un paio di elementi, e, tra l’altro, essendo una squadra totalmente nuova ci conoscevamo poco. Non sono pienamente soddisfatto dei miei risultati perch avrei voluto dimostrare molto di pi sul campo. Per, sul piano dell’esperienza, sia per me che per i miei compagni, stato comunque un buon trampolino di lancio che ci ha concesso la societ per farci conoscere anche dalle altre realt del basket catanese.

Tiriamo quindi le somme di questo campionato. Pi o meno tutti gli intervistati sono concordi nel dire che la classifica ha rispecchiato i veri valori tecnici in campo. La classifica rispecchia soprattutto l’apatia del basket catanese incapace di piazzare pi di una squadra nei primi sei posti ma capacissimo di piazzarne quattro negli ultimi sei aggiunge tristemente Vittorio Mazzerbo. Renato Catalano e Salvo Gulinello, avversari ai play-off, si trovano daccordo sullinadeguatezza del settimo posto per lo Sport Club Gravina, visto il tasso tecnico del suo roster spiega il play sanluigino; la guardia gravinese gli risponde per che non conta solo la tecnica e forse a noi quest’anno il resto un po mancato. Caltabiano elogia il Comiso perch squadra attrezzata per il salto di categoria e Antronaco avrebbe visto i suoi un po pi su, mentre Reitano saggiamente sottolinea: Abbiamo perso tante partite negli ultimi due minuti, ma alla fine la classifica sempre quella giusta, non ha senso polemizzare o discutere sulle partite perse di poco.

Secondo le DOA, la Serie C2 sar ancora formata da due gironi da quattordici squadre, che al momento sarebbero:

  • le retrocesse: Basket Porto Empedocle e Basket Patti;
  • le promosse: Grottacalda Piazza Armerina, Studentesca Gela, Basket School Messina e CUS Palermo;
  • le squadre che hanno mantenuto la categoria: Virtus Racalmuto, Invicta 93cento Caltanissetta, Cestistica Marsala, Rosmini Erice, Studentesca Licata, Roge Caltanissetta, Virtus Trapani, Pallacanestro Bagheria, Pallacanestro Erice, PGS Aquila Palermo, Sport Giovani Balestrate; San Luigi Acireale, Basket Melilli, Cocuzza San Filippo del Mela, Mia Messina, Aretusa Siracusa, Sport Club Gravina, Basket Giarre, Val dIppari Vittoria, Cus Messina, Cus Catania, Gad Etna Catania.

Va considerato, comunque, che c sempre lincognita della riforma dei campionati

Roberto Quartarone

Vedi anche:
All Star Game: vincono i siculi!
Adrano e Acireale, le catanesi della C Dil
Si chiude la prima stagione della Pall.Catania
Basket, C2/m: la stagione delle catanesi

3 Trackbacks / Pingbacks

  1. Corridoio WebMagazine » Gravina festeggia i “4mila” di Cavazza
  2. CORRIDOIO, porte d'interferenza » Doa siciliane, tante novit
  3. CORRIDOIO, porte d'interferenza » Gli iscritti a Serie C2 e giovanili d’Eccellenza

I commenti sono bloccati.