I Sigonella Renegades a caccia d’avversari

Anche possibile un’iscrizione ai campionati FIP del prossimo anno per i marines… «Siamo in 15, se non partecipiamo al campionato, vogliamo organizzare un torneo»…

I Renegades insieme agli avversari in una recente amichevole (Sigonella Renegades@Facebook)
I Renegades insieme agli avversari in una recente amichevole (Sigonella Renegades@Facebook)

Già da qualche settimana, una nuova squadra sta affrontando selezioni di giocatori etnei per farsi le ossa ed è in cerca di nuovi avversari. È una squadra del tutto inedita, per la prima volta organizzata seriamente: i Sigonella Renegades, i “disertori” vogliono partecipare a un campionato ufficiale nella prossima stagione.

Si parla molto della base della marina statunitense, soprattutto per il pericolo droni e per il recente arrivo di 500 nuovi marines, ma sotto le uniformi dell’esercito ci sono dei giovani che spesso hanno la passione del basket e vorrebbero continuare a praticare il loro sport preferito.

«Un gruppo di ragazzi ha avuto l’idea di fare la squadra, perché tiene i più giovani lontani dai pericoli – spiegano i responsabili –. In realtà abbiamo sempre avuto una squadra, ma è comunque difficile organizzare delle partite di buon livello su basi consistenti. Vorremmo poter competere più frequentemente con altre squadre, se non ci riusciremo vorremmo anche organizzare una tournée di amichevoli per soddisfare la voglia di giocare a basket nell’Isola».

«La squadra è formata da 15 giocatori – proseguono dalla squadra –. Vorremmo contattare la Federazione per far saper loro che siamo pronti, anche perché non ho visto calendari cestistici di qui possano interferire con il nostro lavoro. Se non potessimo partecipare a un campionato, vorremmo creare dei contatti per organizzare un qualsiasi torneo per avvicinare le nostre comunità».

Sono lontani i periodi in cui le formazioni etnee affrontavano nel precampionato i marines americani: nel prossimo futuro, chissà, saranno loro la squadra da battere per vincere il campionato, magari la Promozione.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.